19 giugno 2017

UFO: anche l'attore Kurt Russel tra i testimoni delle "Luci di Phoenix"

Passato alla storia come uno dei più celebri avvistamenti UFO, le ‘luci di Phoenix‘, o Phoenix Lights (al centro del film Phoenix Forgotten) sono forse l’evento di massa più documentato di quelli occorsi negli Stati Uniti e ha come oggetto, a quanto si dice, una formazione di oggetti volanti non identificati e molto luminosi. All’epoca, era il marzo del 1997, le autorità ricevettero – tra le moltissime – anche la segnalazione da parte di un pilota civile, che in quel momento stava per atterrare sulla pista della città dell’Arizona e la cui identità era stata fino ad ora sconosciuta.

5 giugno 2017

Coscienza: come la Mente Altera la Realtà

Secondo Tom Campbell, l’universo fisico è generato da una simulazione basata sulla probabilità, ovvero non basata sulla materia. Per il ricercatore della coscienza, Tom Campbell, il nostro mondo non è come appare. Piuttosto che un ambiente concreto ed oggettivo, Campbell sostiene che il mondo sia in verità una “realtà virtuale” e una simulazione, molto piu’ simile ad un video game. Sentiamo spesso dire che le cose “non sono come appaiono”, giusto? Bene per molti fisici la risposta si è giusto fatta piu’ chiara.

31 maggio 2017

Il miliardario Bigelow in TV: "Gli alieni sono già tra Noi"

ROBERT BIGELOW INTERVISTATO DALLA CBS
È uno degli imprenditori più ricchi d’America, è proprietario di una catena di hotel, ha fondato una società di tecnologia spaziale nella quale ha investito centinaia di milioni di dollari, è partner della NASA, ma non ha alcuna remora nell’affermare in tv- davanti a milioni di telespettatori- che non solo crede nell’esistenza degli Alieni, ma ritiene che “loro” siano già qua, in mezzo a noi. Il coraggioso- o forse folle- businessman è il 73enne Robert T. Bigelow e le sue sorprendenti dichiarazioni sono state trasmesse dalla CBS.

29 maggio 2017

Un Messaggio dei Fratelli Cosmici....

“Uomo della Terra, noi non veniamo dai nostri mondi a parlare alla tua intelligenza, ma a parlare alla tua Coscienza.
Oggi non è più tempo di Filosofie, ma è tempo di Realtà.
E la Realtà è desolazione, è l'agonia della Terra.
Non rimanete stoltamente sordi alle nostre esortazioni.
Se lo scopo della vostra esistenza continuerete a concepirlo attraverso il binomio Scienza-Denaro, non riuscirete a porre un valido argine al dilagare dei molti mali che l'eccessivo e feticistico amore a tali idoli va procurandovi.
Ancora v’inchinate e servite ad essi e li innalzate ad emblemi del vostro vivere, mentre l'orrore dell'equilibrio ecologico sovvertito, il dilagare della violenza, l'inquietante instabilità della crosta terrestre, non vi paiono bastanti avvisi del pauroso traguardo verso il quale il vostro decantato progresso è fatalmente arrivato.”

Messaggio dei Fratelli Cosmici riportato da Eufemio del Buono (1928-2008), ricercatore e pioniere dell'ufologia italiana, e autore del memorabile "Noi e gli Extraterrestri" pubblicato nel 1993.

Annalisa

Condividi basta un click!

25 maggio 2017

Antichi Astronauti e il Culto del Cargo

Il Culto del Cargo rappresentano un singolare fenomeno etno-sociale sorto durante la Seconda Guerra Mondiale, a seguito delle spedizioni americane nelle isole del pacifico. E' possibile che lo stesso fenomeno sia accaduto nel passato della Terra, quando antichi cosmonauti extraterrestri sono entrati in contatto con i nostri antenati considerandoli divinità?

Ogni anno la tribù amazzonica Kayapo festeggia l’arrivo del misterioso Bep-Kororoti, o “colui che viene dal cosmo”, venuto in visita sulla Terra tanto tempo fa.

Così narra un’antica leggenda amazzonica:
“Il guerriero dal cosmo sembrava provare piacere nel vedere la fragilità di queste persone. Nell’intento di voler dare loro una dimostrazione del suo potere, alzò l’arma di tuono e, indicando successivamente un albero e poi una roccia, distrusse entrambi. Tutti compresero che Bep-Kororoti voleva dimostrare loro che non era venuto per fare la guerra”.

23 maggio 2017

Universi Paralleli, storie di Persone spuntate dal Nulla

Nel 1850, in una piccola città vicino a Francoforte (Germania), un uomo chiamato Jophar Vorin è stato trovato per strada dalle autorità e interrogato. John Timbs ha scritto di Vorin nel suo Year-Book of Facts in Science and Art del 1852, libro che da altre riviste di quel tempo è stato elogiato per l’accuratezza dei fatti riportati. Timbs ha scritto: «È confermato, nei carteggi di Berlino, che alla fine del 1850, uno straniero è stato preso in custodia in un piccolo villaggio del distretto di Lebas, vicino a Francoforte sull’Oder, dove si ritrovava a vagare senza che nessuno abbia potuto capire da dove fosse arrivato».

«Parlava tedesco in modo imperfetto e mostrava tutti i segni di un'origine caucasica: interrogato dal borgomastro di Francoforte, lo straniero ha affermato che il suo nome era Jophar Vorin e di venire da un paese chiamato Laxaria, situato nella parte del mondo denominata Sakria. Si afferma che non conoscesse alcun linguaggio europeo (se non, si deve supporre, il tedesco parlato male) ma leggeva e scriveva nelle lingue chiamate da lui laxariano e abramiano».

14 maggio 2017

Fatima: un Incontro Ravvicinato del Terzo Tipo

La signora discesa dal cielo. Il racconto della quarta veggente, Carolina Carreira. Una testimonianza fondamentale, ma occultata. Il sole danza davanti a 70.000 persone.

13 Maggio 1917. La località portoghese di Cova da Iria, una valletta a ridosso di Fatima, divenne teatro di una serie di apparizioni miracolose i cui protagonisti furono tre pastorelli, Lucia dos Santos e i cuginetti Francesco e Jacinta Marto, divenuti poi noti come "i veggenti di Fatima".

11 maggio 2017

Philip Corso, da Roswell al Primo Giorno di una Nuova Scienza

“La verità, quando la nascondi, diventa il tuo peggior nemico; se la riveli, è la tua amica migliore”. Così si esprimeva il Colonnello Corso in un capitolo del suo best seller letterario “The Day After Roswell”. Una dichiarazione che non lascia dubbi sulle convinzioni e l’integrità morale di un militare che, dopo essere stato al centro di una strategia di segretezza che per cinquant’anni aveva coperto l’incidente di Roswell, decideva di rendere la propria testimonianza un atto d’accusa nei confronti del “sistema” che aveva fedelmente servito sino in fondo. Una sfida che ora torna alla luce in tutta la sua assoluta forza con la pubblicazione in Italia dei suoi due libri fondamentali, “L’Alba di una Nuova Era” e “Roswell – Il Giorno Dopo”.

Il libro del Colonnello Corso “Roswell Il Giorno Dopo” (edizioni Nexus-Verdechiaro 2017)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...