14 aprile 2009

ALTRI CONTATTI IN SICILIA

ANCORA LA SS 113...
.
Un mio vicino di casa, Alberto C. di anni 54, impiegato statale, ieri mattina mi dice, chiedendomi un colloquio: ’Sicuramente e’ l’unico che, puo’ credere, a quanto mi e’ successo …..’E racconta che, attorno alle cinque del mattino, Alberto venerdi’ 10 aprile, e’ partito per andare nella sua casa di campagna e sistemarla per trascorrervi le festivita’ pasquali con la famiglia e gli amici.
Giunto a poco meno di tre chilometri dai colli San Rizzo, la sua vettura incomincia a perdere improvvisamente “colpi”: con rabbia e la paura di rimanere a piedi e al buio in quella strada isolata, cerca di “scalare la marcia” ma…La vettura si spegne, motore, fari, cellulare, non funzionano……. !
Girando lo sguardo, verso il bosco vede distintamente tre “figure” strane, come fosforescenti che, al limite della boscaglia ed alla distanza di trenta/trentacinque metri lo osservano. Descrive queste figure alte, filiformi e fosforescenti, pare, ma non e’ sicuro, aver notato che gli esseri portassero al polso un largo bracciale di colore arancione. Immobilizzato dalla paura vede le ‘entita’ allontanarsi, dopo averlo tenuto “sotto osservazione” per almeno sei minuti. La vettura “riparte” da sola, il mio vicino scappa come se la sua jeep, fosse un’auto di formula uno. Alberto e’ una persona serena, e’ conosciuto per il suo carattere tranquillo e questa esperienza lo ha molto provato. Ci chiediamo, cosa c’e’ sulla ss 113 ?
Che succede in “quella” strada ?

FONTE: C.R.U.- Messina.

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...