15 giugno 2012

DAL MAR BALTICO L'ULTIMA NEWS SULL'ANOMALIA DEL FONDALE


L’anomalia del Baltico, finalmente osservata da vicino, si rivela essere una sorta di formazione rocciosa che sembra essere fatta in cemento.
- Sembra quasi una collana di perle o che qualcuno ha cercato di fare un camino con delle rocce sul fondo dell’oceano. Le immagini mostrano che il cerchio è a sua volta costituito da più blocchi formati da “rotoli” o da “funghi” attaccati l’uno all’altro, formando il cerchio. Complessivamente, l’oggetto è di 60 metri di lunghezza e ampia circa altrettanto. All’immersione successiva, hanno rimosso con una sorta di badile un pezzo di materiale. Stefan Hogeborn descrive il materiale come fosse carbonizzato. Durante le successive immersioni i sub hanno scoperto un foro oblungo in una volta, in mezzo delle rocce che formano il cerchio.
- Non ho mai, mai, mai visto niente di simile, dice Stefan Hogeborn.
Jakobsson Martin, professore di geologia marina e geofisica presso l’Università di Stoccolma, vedendo le immagini dell’immersione ha dichiarato: – C’è probabilmente un qualche tipo di pietra arenaria.
Campioni del materiale scoperto nel fondo del Mar Baltico sono stati inviati ad un laboratorio per ulteriori analisi.






- Dal momento che non abbiamo ottenuto nessuna risposta alle domande che ci eravamo posti, abbiamo portato il materiale in superfice agli esperti, dice Stefan Hogeborn.
Non ho mai visto nulla di simile, ha continuato Stefan, normalmente le pietre non bruciano. Non riesco a spiegare quello che abbiamo visto, siamo andati lì per avere risposte ma ora i misteri aumentano.
Il percorso per arrivare all’oggetto stesso può essere descritto come una pista o un percorso in discesa che è appiattito al fondale marino con l’oggetto al fine di esso.
“Prima abbiamo pensato che questo fosse in pietra, ma questo è un’altra cosa. E poiché nessuna attività vulcanica è mai stata segnalata nel Mar Baltico, il ritrovamento diventa ancora più strano. Possiamo solo speculare che sia una formazione naturale, ma questa è la cosa più strana che io abbia mai visto come sommozzatore professionista “, continua Peter Lindberg, uno dei fondatore di Ocean Team X.
In questo momento, gli scienziati stanno esaminando campioni del cerchio, e gli esperti del sonar imaging stanno effettuando l’elaborazione dei dati dalla nave si spera di far più luce sul misterioso oggetto.
Al momento non è chiaro se possa essere una formazione naturale o un artefatto, ne la sua funzione.
Ancora un pò di pazienza.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

La tua supposizione circa il fatto che si tratti del manufatto di un antica civiltà è molto più che plausibile.La struttura viene descritta come circolare, ed è assai strano che delle rocce cadute dalla superficie assumano una forma geometrica sul fondo.Quindi se ne può dedurre che qualcuno le abbia volutamente poste in quel modo.Considerando che sulle montagne si trovano fossili di creature marine di varie epoche, è scontato che a causa del continuo innalzarsi e abbassarsi della superficie terrestre sotto il livello del mare, quel luogo un tempo fosse emerso, e quindi più facilmente raggiungibile di quanto non lo sia ora.Pazientiamo un pò, e vediamo cosa dicono le analisi di laboratorio. Ciao. Michele

Annalisa ha detto...

Esatto, questo è quello che penso io, così, a caldo. Vediamo che salterà fuori.

=Stéx= ha detto...

Mah... chissà.
Io sto seguendo la vicenda grazie al tuo blog. Complimenti Annalisa, stai facendo un ottimo lavoro :D

Annalisa ha detto...

Thank you =Stéx=

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...