25 maggio 2009

RISCRIVERE IL CODICE DELLA REALTA'

"Che esseri strani noi siamo !" notò il mistico Rumi nel XIII secolo. "Che, stando nell'inferno nel fondo delle tenebre, temiamo la nostra stessa immortalità !"

Forse è davvero il potere di scegliere la nostra immortalità, come pure ogni cosa dalla nostra guarigione personale alla pace nel mondo, che davvero ci spaventa!
Un crescente corpo di evidenza scientifica suggerisce che siaGrassettomo noi – la nostra coscienza – che tiene la chiave della vita e perfino della realtà stessa. Nel 1967 il fisico pionieristico Konrad Zuse sposò le idee della coscienza con la moderna tecnologia e propose che il nostro Universo lavora come un grande computer della coscienza.

E, proprio come ogni computer traduce comandi imput" in "risultati output", il nostro computer della coscienza cosmica pare fare esattamente la stessa cosa! Quando traduciamo le nostre più profonde credenze nella realtà delnostro mondo, noi stiamoletteralmente riscrivendo il codice che fa apparire l'Universo come appare.

VIVERE IN UN UNIVERSO PARTECIPATIVO

Una serie di scoperte eccezionali ci ha dato un potente nuovo modo dipensare il nostro ruolo nell'Universo. Piuttosto della visione convenzionale che suggerisce che noi siamo degli osservatori passivi,che vivono un breve momento di tempo in una creazione che già esiste, le scoperte suggeriscono che è effettivamente la coscienza stessa cheè responsabile per l'esistenza dell'Universo!
.
Forse la scoperta più rivoluzionaria che supporta questa idea è il fatto scientifico che, quando osserviamo la materia di cui è fatto il nostro mondo – minuscole particelle quantiche come un elettrone, per esempio – proprio l'atto di noi che osserviamo quell'elettrone cambia il modo incui esso si comporta in nostra presenza. Ma c'è di più: quanto più a lungo lo guardiamo, tanto più esso cambia!
.
Nel 1998 degli scienziati dell'Istituto israeliano delle scienze Weizmann documentarono questo fenomeno mostrando che "quanto più grande è l'ammontare dell'osservare, tanto più grande è l'influenza dell' osservatore su quanto effettivamente succede" (Nature, 26 Feb.1998).
Citando questi esperimenti il fisico dell'Università di Princeton John Wheeler suggerisce che noi non solo abbiamo un ruolo nella creazione del nostro mondo di ogni giorno, ma che noi giochiamo il ruolo primario in quello che lui chiama un "Universo partecipativo". Wheeler dichiara che non possiamo più pensare a noi stessi come spettatori che non hanno effetto sul mondo che ci circonda in quanto è impossibile osservare semplicemente. Se siamo vivi e consci noi stiamo influenzando il nostro mondo. "La vecchia parola "osservatore" – egli dice – deve semplicemente venire radiata dai libri…mentre dobbiamomettere al suo posto quella nuova di "partecipanti" !
.
La chiave della proposta di Wheeler è la parola "partecipativo".

In un Universo partecipativo voi e io siamo parte dell'equazione. Noi stiamo creandogli eventi della nostra vita, proprio come le esperienze di quello che creiamo: ambedue stanno avvenendo nello stesso tempo! In altre parole noi siamo come degli artisti che esprimono le più profonde passioni, paure, sogni e desideri tramite l'essenza vivente di un misterioso canovaccio quantico. La differenza tra noi egli artisti convenzionali è comunque che siamo noi i canovacci, come pure le immagini sopra di essi.
.
Noi siamo gli strumenti, ma pure gli artisti che li usano. E, proprio come gli artisti perfezionano un'immagine finchè essa è proprio giusta nella loro mente, noi possiamo pensare di noi stessi come artisti perpetui, che costruiscono una creazione, che sta sempre cambiando e mai termina. Per il tramite della nostra tavolozza da artista, costituita da credenze, giudizi,emozioni e preghiere, noi ci troviamo in relazioni, lavori esituazioni di supporto e tradimento, che si svolgono con persone diverse in luoghi diversi. Che magnifica, bizzarra e possente concezione!

VIVERE PARTENDO DALLA RISPOSTA

La prospettiva di noi che partecipiamo a un Universo sempre in mutazione comporta che la soluzione di ogni condizione è un cambiamento di attitudine e credenza. E questo è il grande segreto di sospingere i desideri del nostro cuore dalla possibilità dell’immaginazione alla realtà delle nostre vite di ogni giorno. La chiave è la nostra capacità di sentire come se i nostri sogni si fossero giàavverati, come se le nostre preghiere fossero già state esaudite, e vivessimo partendo da questa sensazione.
,
C'è una differenza sottile, eppure potente, tra il lavorare in vista di un risultato e il sentire partendo da quel risultato. Quando lavoriamo in vista di qualcosa noi ci imbarchiamo per un viaggio senza precisi limiti e che non termina mai. Mentre potremmo identificare delle pietre miliari e stabilire delle mete per portarci più vicini al compimento del viaggio, nella nostra mente noi siamo sempre in viaggioverso la meta, piuttosto che nell'esperienza di realizzare la nostra meta. Questo è precisamente perché l'invito di Neville di "entrare nell'immagine" del desiderio del nostro cuore, e di pensare "partendo da esso", è così potente nelle nostre vite.
.
Negli antichi studi sulle arti marziali noi vediamo una magnifica metafora nel mondo fisico proprio per il modo in cui questo principio lavora nella coscienza. Quando gli artisti delle arti marzia liscelgono di spezzare un blocco di cemento come dimostrazione di focalizzazione, per esempio, l'ultimissima cosa che c'è nelle loro menti è quella del posto in cui la loro mano toccherà quel blocco. La chiave è quella di focalizzarsi sopra l'atto completo: la guarigione già avvenuta o il mattone già rotto.
Come studente di arti marziali mi venne insegnato di fare ciò focalizzandomi su un punto nello spazio che è al di là del fondo del blocco. Il solo modo in cui la mia mano poteva essere in quel punto era quello che essa fosse già passata attraverso il mattone. In questo modo io stavo pensando partendo dal compimento, invece che dal pensare quanto duro sarebbe stato il raggiungere questo compimento. Io stavo sentendo la gioia di come ci si sente quando si compie quell'atto, piuttosto che pensare a tutte le cose che devono succedere prima che potessi avere successo.
.
Questo semplice esempio offre un'analogia potente relativa al modo in cui la coscienza sembra lavorare. E questo è il grande segreto che è stato protetto e preservato per noi nella saggezza del nostro passato.
Dai monasteri dell'Egitto e del Tibet fino ai testi dimenticati delle nostre più amate tradizioni ci viene ricordato che noi siamo parte del mondo che ci circonda, piuttosto che separati da esso.
Come parte diogni cosa che vediamo noi abbiamo il potere di partecipare – e non di controllare o manipolare – ma di pianificare coscientemente il corso delle nostre vite e il nostro mondo. Vi prego di non essere delusi dalla semplicità delle parole del filosofo contemporaneo Neville Goddard, quando suggerisce che tutto quello che abbiamo bisogno di fare è di "assumere la sensazione del nostro desiderio esaudito".
.
In un Universo partecipativio di nostra propria fattura, perché mai dovremmo aspettarci che pace, guarigione e una vita lunga e sana dovrebbe essere ancora difficile da raggiungere?
..............................

GREGG BRADEN è autore di best seller internazionali ed è rinomato come pioniere nel tracciare un ponte tra scienza e spiritualità.Grazie ai suoi viaggi nei remoti villaggi montani, monasteri e templi del passato, uniti al suo background nelle scienze meccaniche, si è specializzato in modo unico nel saper portare alla ribalta i benefici delle tradizioni del passato nella nostra vita di oggi. In quei luoghi visitati, per più di 20 anni Gregg Braden ha svolto le sue ricerche ricercando e studiando testi dimenticati per scoprire il loro segreti senza tempo.La solitudine delle montagne del New Mexico e le coste a sud della Florida sono i luoghi più prosperi da cui Braden trae ispirazione e in cui si sposta con la propria famiglia. La sua abilità nel trovare soluzioni innovative a problemi complessi, lo portò con successo a carriere come quella di Computer Geologist presso la “Phillips Petroleum” durante la crisi di energia degli anni ‘70, e negli anni ’80, durante gli ultimi anni della Guerra Fredda, a quella di Senior Computer System Designer per la “Martin Marietta Aerospace”.
Nel 1991 divenne il primo Technical Operation Manager per l'innovazione della rete Cisco Sistems, dove curò lo sviluppo del team di supporto globale che assicurò l'affidabilità dell'odierno internet. Le crisi globali del tardo 20° secolo lo ispirarono a lasciare il lavoro nelle Aziende e a cominciare una ricerca a tempo pieno per trovare le soluzioni che lui ritiene siano contenute nei più antichi documenti sepolti nel nostro passato, documenti trovati e analizzati con cura. Designer esperto di sistemi informatici (Martin Marietta Aerospace),geologo informatico (Phillips Petroleum) e supervisore operativo tecnico (Cisco Systems) ,Gregg Braden è oggi considerato un’autorità nel collegare le conoscenze del passato con la scienza, la medicina e la pace del nostro futuro.
.
Designer esperto di sistemi informatici (Martin Marietta Aerospace), geologo informatico (Phillips Petroleum) e supervisore operativo tecnico (Cisco Systems), Gregg Braden è oggi considerato un’autorità nel collegare le conoscenze del passato con la scienza, la medicina e la pace del nostro futuro.
Dalla sua prima opera innovatrice, Awakening to zero Point, alla pioneristica Walking Between the Worlds, fino all’oggetto di controversie L’Effetto Isaia, Gregg Braden si avventura oltre i confini della scienza e della spiritualità, offrendo soluzioni colme di significato per vincere le sfide del nostro tempo.
Braden è stato l’importante ospite di molte conferenze internazionali e special televisivi, esplorando il ruolo della spiritualità nella tecnologia. Ad oggi il suo lavoro lo ha condotto a scrivere libri tali da frantumare i paradigmi, come L'Effetto Isaia, Il Codice di Dio, La Scienza Perduta della Preghiera, La Matrix Divina, La Guarigione Spontanea delle Credenze. Il lavoro di Gregg è pubblicato in 13 lingue e in 25 paesi.
.
fonte: www.greggbraden.com - Quantico-appunti.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...