19 maggio 2009

INCONTRO RAVVICINATO E ABDUCTION A MESSINA

Esiste a Messina uno stabile sui Monti Peloritani, (a poca distanza dal Santuario di Dinnamare), denominato ” Colonia Principe di Piemonte”: un posto immerso nel bosco, adibito a colonia estiva fin nell’immediato dopoguerra. QUEL posto adesso e’ un luogo di…ritrovo per le coppie in “vena d’effusioni”…Proprio li’ due nostri ragazzi venticinquenni hanno vissuto un’esperienza che probabilmente si ripercuotera’ sulla loro vita futura. Ci hanno infatti raccontato un vissuto che normalmente leggiamo nei libri di ufologia e addirittura rifiutiamo a priori che possa accadere dalle nostre parti. I seguenti fatti vengono riferiti e pubblicati col permesso degli interessati.
.
Il due maggio 09, i testimoni che chiameremo Mara e Giorgio, ospiti di amici in una villetta in Castanea Delle Furie, a pochissimi chilometri “dal fatto”, grazie al lungo week end del primo maggio, verso le 23/30 decidono di appartarsi girovagando per le strade dei “colli san Rizzo”. Scelgono infine la piazzola antistante i ruderi della suddetta colonia e una ventina di minuti dopo una luce accecante riempie l’abitacolo della loro station vagon . Colti da un terrore inesplicabile , e con nelle orecchie un ronzio fastidiosissimo, si “rivestono” in fretta e furia e cercano di mettere in moto la vettura per scappare ma…La macchina NON PARTE, il motorino d’avviamento non da’ segni di vita e l’unica via di fuga e’ a piedi. Tenendosi per mano cercano di… fuggire , ma una luce caldissima, densa, li tiene come bloccati a 20 metri dalla macchina e si accorgono che un oggetto “rotondo” dal diametro di 15/20 metri, alto circa otto metri e’ a terra. Vedono a distanza di pochi metri delle entita’ strane, piccole, alte circa un metro e cinquanta in avvicinamento: le entita’ (circa 6), infine li circondano e una di queste telepaticamente indica il portachiavi della vettura fornito di telecomando e se ne impossessa, mentre altre entita’ fanno ampi gesti di seguirli dentro l’oggetto: tutta la scena e’ rischiarata da una luce definita “troppo” bianca.. Un’ entita’ che i testimoni avvertono come ”severa,dura”, punta loro addosso un “aggeggio” oblungo, piatto ma di piccole dimensioni. Colpiti da una luce giallognola, i ragazzi avvertono un odore strano e sentendosi “appesantiti” non ricordano piu’ nulla…
.
Cinque ore dopo (circa) si ritrovano in macchina, straniti, con forte astenia, e molta, moltissima sete. Arrivati nella villetta che li ospita, sfiniti da una stanchezza indicibile vengono redarguiti dagli amici, preoccupati per la lunga assenza : riferito del luogo della loro sosta, si sono sentiti rispondere che, passati a cercarli anche in quella zona , attorno l’una di notte, non c’era traccia ne’ della macchina ne’ della loro presenza. Dov’era la macchina? E i testimoni?…L’indagine del nostro centro ovviamente NON FINISCE QUI, abbiamo allertato due nostri soci psicologi, i nostri testimoni vogliono sapere coraggiosamente cosa e’ loro successo quella notte.
.
Li ringraziamo per averci dato “carta di bianca”, e per essersi messi a…”Nostra disposizione”, vogliono capire, vogliono sapere…
Vi informeremo ancora sugli sviluppi di questa incredibile esperienza.

fonte: COORDINAMENTO CENTRO RICERCHE UFOLOGICHE -MESSINA

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...