25 ottobre 2011

IL DISCO GENETICO, UN OGGETTO FUORI DAL TEMPO


Uno straordinario disco in pietra che sulle sue due facce racchiude i " segreti della vita".

Su questo Disco Genetico che misura 22 centimetri di diametro e pesa 2 Kg è stato ritrovato in Columbia ed ora esposto al Museo di Scienze Naturali di Vienna vi sono ancora molti enigmi da risolvere. Il materiale di cui è composto risulta essere lidite, una pietra nera. per quanto riguarda la datazione ,anche se essendo di pietra non è stato possibile assegnarlo ad un periodo storico ben preciso comunque sembra risalire0 a circa 6000 anni fa.

Le due facciate del disco





La particolarità del disco consiste nelle incisioni che sono presenti sulle sue due facciate che sembrano contenere informazioni genetiche. Secondo Jaime Gutierrez-Lega, lo scopritore di questo oggetto, queste incisioni rappresenterebbero il processo evolutivo che porta dalla rana all'uomo.Altri dettagli che si possono notare la visibile presenza di organi genitali, spermatozoi, ovuli, e perfino la fecondazione dell'ovulo che si trasforma in embrione fino ad arrivare alla formazione del feto. Un altro mistero che avvolge la pietra è il metodo di lavorazione: infatti gli esperti escludono l'ipotesi di lavorazione manuale poichè per realizzarlo si sarebbero impiegati circa 30 anni. E infinei ricercatori escludono che si tratti di un falso prodotto in epoca moderna.

Questo interessante reperto ha ancora molto da dirci ma ci fai riflettere sulla possibilità che siano esistite altre civiltà evolute prima della nostra




fonte

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma 6.000 anni fa nessuna razza umana poteva avere a disposizione strumenti ottici potenti per vedere cellule germinali maschili come gli spermatozoi.
Almeno, questo dice la scienza ufficiale...
Saluti.

Roberto68

Anonimo ha detto...

a me i disegni esterni della seconda foto in bianco e nero mi sembra che abbia molte cose comuni con i segni zodiacali... se ci fate caso gli assomigliano molto e poi guarda a caso sono 12... ma questa è una mia opinione

Anonimo ha detto...

3800 Anni fa, i Maya, non potevano infatti sapere le perfette proporzioni del nostro Sistema, della stella Vega e la posizione stellare dalla Terra del 21.12.2012. Ma lo sapevano...

Studio moltissimo e da tantissimo, siamo intorno ai 20 anni almeno di studio profondo di Teologia, FIlosofie orientali, archeologia, astronomia, quantistica... Lo faccio perchè sento la missione di Unire i Puntini, come piace definirla a me. I Puntini Celesti hehe...

Molto di quello che stiamo rivelando adesso con la Quantistica, altro non è che sapere di almeno 5000 anni fa, vedi i VEDA, SUTRA, BIBBIA ecc...

Due sono i parametri con cui mi avvicino a tutto ormai, per rimanere aperto mentalmente ad ogni dialogo e nuova scoperta: 1)Mi scandalizzerebbe sapere che è così? Rispetto alla mia cultura, religione o filosofia? Direi che più rispondo NO meglio avanzo nella ricerca. 2) lo SCOPO... Sì perchè, se ci pensate, siamo molto focalizzati su CAUSA = EFFETTO, legge alla quale non possiamo sottrarci ma a poco pensiamo riguardo gli SCOPI con cui le Cause sono state poste. Funziona anche nella vita e nei rapporti interpersonali effettivamente...

A che SCOPO quindi, qualcuno dovrebbe aver inciso, 6000 anni fa, questo disco? Con chi voleva parlare e perchè?

Questa è la risposta che già sto cercando, grazie ad Annalisa che ha postato le foto e l'articolo ;)

Grazie quindi!!!

Francesco Payne

gianni ha detto...

ciao Annalisa.. molto interessante l'articolo, se puoi mettere anche quello del frammento di mappa trovato sugli urali, che, in teoria mostrava tutta la terra, e non si sa chi l'ha fatta, gli scettici aprirebbero un po di piu gli occhi, anche xchè quello è stato quantificato col carbonio 14.. cmq, è vero che i disegnini sono 12, a prima vista e guardando male, sembrano i mesi dell'anno, ma che c'entra con tutto il resto?? guardandoli bene sembrerebbero 12 stadi di un feto....parlo da profano...e guardando il disco all'interno sembrerebbero 6 stadi di un feto alieno...mo la sparo ancor piu grossa? la freccia potrebbe indicare in che punto un feto è stato modificato con geni alieni....palesemente c'è un essere maschile, un essere femminile e uno spermatozoo.. probabile che sia una cosa che abbiamo in comune con gli alieni.. bella devo fare lo scienziato

gianni ha detto...

sempre da profano, sul primo disco, mi sembra di vedere un'evoluzione fatta ancora prima... cioè, mi sembra di capire, da tutti quei disegni, che ci hanno aiutato a fare anche il primo passo.. passare dall'acqua alla terra...

Petali di stelle ha detto...

Nel caso fosse vero a me lascia riflettere che tutti questi oggetti che parlano del tempo e dello spazio sono sempre stati ritrovati più o meno della medesima forma, sembrano come una sorta di CD . (vedi quello di Bayan..ecc...ecc...) un abbraccio :3

claudio69x ha detto...

A me ricordano un pò le nostre origini acquatiche come diceva Eugenio Siragusa.

claudio69x ha detto...

La freccia sembra indicare il punto di innesto genetico. Sotto ci sarebbe la risultante sia maschile che femminile. Invece sopra, divise dalla freccia le due specie che sono state innestate nel punto di evoluzione indicato dalla freccia.Da lì in poi c'è un processo di trasformazione che porterà all'ominide della dodicesima sessione.

Anonimo ha detto...

grazie
david leto

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...