5 ottobre 2011

SARDEGNA: RIVENUTI INSPIEGABILI CERCHI SULLA SABBIA

Misteriose formazioni di cerchi concentrici, di cui l'origine rimane ancora ignota (ma c'è chi ha visto dei bagliori nel cielo per poi scoprire inaspettatamente la formazione sulla sabbia), sono state trovate all'alba su alcune spiaggie sarde dalla popolazione locale. Le zone interessate sono la spiaggia di Golfo Aranci, Gallura, e quella di Sa Curcurica, Orosei. I cerchi sono apparsi rispettivamente il 3 Ottobre e il 30 settembre 2011. Ecco la notizia riportata dal sito La nuova Sardegna.

Orosei, misteriosi disegni sulla spiaggia
A Sa Curcurica ventuno cerchi concentrici con un diametro di 15 metri. Un capolavoro: neanche la Forestale riesce a ricostruire la tecnica usata.

OROSEI. Scherzo ben confezionato da qualche burlone? Fenomeno dovuto al magnetismo terrestre? Oppure manifestazione di matrice ufologica? I dubbi e le ipotesi sono sempre le stesse ad ogni apparizione dei misteriosi crop circles, i cerchi nel grano che da anni compaiono soprattutto nei campi dell'Inghilterra e che continuano ad appassionare migliaia di persone e a riempire pagine di rotocalchi e di rubriche parascientifiche, o trasmissioni televisive dedicate ai misteri della terra. Fatto sta che i ventuno cerchi concentrici - perfettamente tracciati - comparsi ieri mattina a due passi dall'oasi di Biderosa sono forse unici.



Il crop circle oroseino non è comparso infatti in mezzo ad una coltivazione di cerali o simili, ma sulla finissima, impalpabile e candida sabbia della spiaggia di Sa Curcurica, ancora frequentata dai turisti. È stato proprio uno di loro a segnalare il caso ai ranger della guardia forestale di Orosei che, tra il vedere e il non vedere, hanno chiesto conforto tecnico ai loro colleghi della base logistica operativa navale di stanza alla Caletta, giunti in forza nel pomeriggio nella spiaggia dei misteri.



Nessuna spiegazione plausibile ha retto sinora a una prima verifica. I solchi dei cerchi, che si estendono in totale per circa 15 metri di diametro, appaiono infatti perfettamente identici e distanti gli uni dagli altri e la loro disposizione sembra essere stata tracciata dall'alto senza un supporto sulla spiaggia. I primi testimoni dell'apparizione giurano che ieri mattina la sabbia attorno ai cerchi era perfettamente intonsa, nessuna orma o segno di cancellazione di queste nel raggio di diversi metri di arenile, nessun segno di lenze o altri utensili che potrebbero essere stati usati da eventuali burloni. Un rebus insomma, come la piega delle creste dei cerchi o le finissime striature della sabbia al loro interno. Sinora tutti gli studi eseguiti sul fenomeno dei crop circles escludono altre origini se non quella umana, ma c'è chi continua ad avanzare altre spiegazioni.




Cerchi sulla sabbia anche in Gallura
Golfo Aranci si sveglia e trova la sorpresa a 200 metri dal Municipio

Golfo Aranci si sveglia tra dubbio e stupore. Nella prima spiaggia, al centro del paese, a 200 metri dal Municipio, sono comparsi 20 cerchi concentrici sulla sabbia. Perfetti, all'apparenza non sembrano fatti con un mega rastrello o qualche altro trucco. Qualcuno allarmato ha anche chiamato i carabinieri e i vigili del fuoco che hanno sigillato la scena del crimine con il nastro bianco e rosso. Gli scettici passano davanti e ridono di gusto. Pensano al giovane creativo che all'alba ha portato a termine lo scherzo perfetto. Ma c'è chi è certo di avere visto un bagliore verso le 7 del mattino. Di essersi avvicinato in quel punto e avere trovato i cerchi. Altri avanzano l'ipotesi di un effetto di magnetismo della terra. Il caso per ora resta irrisolto. Solo un paio di giorni fa cerchi molto simili erano comparsi su una spiaggia di Orosei. Stesso stupore e stessi dubbi. Ma questa volta l'evento si è verificato nel cuore del paese, nella spiaggia che ha alle spalle la strada principale. Un tratto frequentatissimo a tutte le ore. Difficile pensare che il creativo pettinatore di sabbia sia passato del tutto inosservato. In poche ore la notizia porta davanti ai cerchi tutto il paese. C'è chi sfila distratto dietro il nastro bianco e rosso, chi con perizia e una vista che fa invidia a Superman riesce a vedere il trucco, il segno sulla sabbia lasciato da un filo o da un rastrello. Altri sottovoce confessano di essere passati proprio là accanto all'alba e non avere notato nulla e poco dopo di essere stati sorpresi da un bagliore improvviso.

Il video del cerchio di Golfo Aranci
http://lanuovasardegna.gelocal.it/multimedia/2011/10/03/video/cerchi-sulla-sabbia-anche-in-gallura-30604670/1


fonte

5 commenti:

Petali di stelle ha detto...

si è saputo altro su questa notizia? :3

Annalisa ha detto...

mah.. sarebbe uscito allo scoperto l'autore dei cerchi: è un uomo disoccupato che li ha fatti per gioco con il figlio. Ma io non capisco.. ma la Forestale non aveva detto che non riusciva a capire come erano stati fatti? e poi mi chiedo come è possibile fare dei cerchi così grossi senza che all'interno ci siano orme di piedi, li avrà fatti in volo?
Saluti

Petali di stelle ha detto...

Si, più che altro con quali strumenti li avrebbero fatti , senza ovviamente calpestarne la forma. Portebbe riprodurci il capolavoro l'autore. :)

Anonimo ha detto...

quelli di Golfo Aranci, erano soltanto un pallido tentativo d'imitazione, abbastanza mal riuscito. francesca

Annalisa ha detto...

Sì è vero, è venuto poi fuori che erano stati fatto da un uomo.
Ciao

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...