24/02/12

A PROPOSITO DEL LINCIAGGIO DEL TESTIMONE DI MORTEGLIANO

Mentre tutto accade e il nostro divenire umano, che non è più essere (magari lo fosse) si scontra ogni giorno con la stupidità e l’invidia, vediamo che forse creature di altri mondi e dimensioni entrano in contatto con noi. Questo sembra essere accaduto in quel di Mortegliano, in provincia di Udine, nel Friuli-Venezia Giulia, alcuni giorni fa. Qualcuno ha avuto il coraggio di testimoniarlo. La massa ha invece solo il coraggio di deriderlo. Ecco allora i linciaggi in pubblico fatti non con le pietre, ma con la parola che si fa sberleffo, con lo scritto che si tramuta in ingiuria, insinuando sempre il sospetto che chi riferisce una sua esperienza lo faccia solo per un suo proprio e qualche tornaconto. Una situazione questa in Italia che ha del grottesco. Tutti pronti a vestirsi da giustizieri mascherati, armati di tasti immersi nel veleno e di anacronistica moralità tipica di un Paese, il nostro, che si accinge ad entrare in guerra e a finire malissimo nel caos mondiale voluto da poteri occulti.

Non esprimo alcun parere in merito all’avvistamento di Mortegliano. Non posso farlo perché manco degli elementi fondamentali e non ho indagato in loco, non ho parlato con il testimone, né con l’inquirente che sta divulgando il suo caso. So però per certo che i luoghi che fanno da scenario a questa vicenda sono talmente ricchi di una tradizione di contatti e di incontri ravvicinati, da far parte ormai quasi della quotidianeità. Ho amici, in quella regione, che mi informano sempre dei loro avvistamenti ed esperienze di contatto e a loro io credo. Alcuni sono ufologi, altri sono addotti. Non credo che, fra Udine e Pordenone la gente stia reagendo come pressoché tutta l’Italia ufologica sta dimostrando in questi giorni.

Assisto quindi inorridito a questo spettacolo da santa inquisizione, alimentato dai tanti che si divertono ad affastellare la legna sulla pira, pronti a veder bruciare vivo il testimone e chi osa sostenerlo e osa studiare e divulgare l’esistenza di fenomeni che esulano dai canoni ortodossi.


Leonard D'Andrea, il testimone dell'alieno di Udine.


La Verità è sempre la più scomoda, per quanto assurda essa possa sembrare.

Maurizio Baiata, 24 Febbraio 2012

link

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...