26 aprile 2012

L'OGGETTO DI AJUD HA ORIGINI NON TERRESTRI?

Un cuneo di alluminio, o almeno così sembra, scoperto nel 1973 in una cava della Romania e chiamato col nome di "oggetto di Ajud" sarebbe stato creato più di 200.000 mila anni fa ancor prima che  - secondo quando dice la la scienza ufficiale - l’uomo scoprì il modo di lavorare questo metallo: è questo l'incredibile risultato è emerso da nuovi test commissionati da esperti di ufologia. Secondo il rapporto di analisi n. 380, NK-2 del reperto, emesso dal Centro per la Ricerca e Design Magurele Platform per metalli radioattivi di Losanna, l’oggetto di Ajud è un “miracolo” è composto da una lega metallica in cui l’alluminio ha una percentuale del 90%.

L’età dell’oggetto è antica di 250.000 anni ed è composto al 90 per cento di alluminio, un metallo moderno scoperto dalla scienza solo a partire dal 1825 e contiene oltre al rame 6,2%; silicio 2,84%; zinco 1,81%, piombo 0,41% , stagno-0,33%, zirconio 0,2% , cadmio, 0,11%, nickel, cobalto, bismuto, argento e tracce di gallio, alcuni dei quali scoperti sempre nel 1850 circa. Il fatto che questo strano reperto in metallo sia stato scoperto insieme a resti di ossa (mastodonte) molto antiche, fa certamente riflettere e solleva molti dubbi.

Il reperto è lungo 20,2 cm, largo 12,7 cm, alto 7 cm e presenta nel centro un incavo circolare, un foro di 4 cm di diametro. Questo incavo con una deformazione ovale in basso ha una forma tale come se avesse contenuto qualcosa, forse un’asta con una estremità sferica. Un altro foro più piccolo, di diametro 1,7 cm e perpendicolare al primo, esce sul fianco "posteriore" del misterioso oggetto.


Gheorghe Coha esperto ufologo romeno ha spiegato: “Le prove ci portano alla conclusione che questo è un pezzo di un UFO molto antico. Se la sostanza con la quale è composto non avrebbe potuto essere realizzata sulla Terra, la logica dice che debba essere pervenuto da qualche altra parte dell’universo”, ha aggiunto.

Ma non finisce qui. C'è addirittura un ingegnere aeronautico che ha suggerito che possa trattarsi di una sorta di dispositivo di atterraggio di un veicolo volante, sia pur di dimensioni ridotte, come i moduli lunari o la sonda Viching. A riprova di questa sua teoria, ci sarebbero sia la forma dell'oggetto, sia i due fori ovali, sia i graffi nella parte inferiore e agli angoli, come pure la composizione del materiale, vale a dire all'alluminio leggero.

Articolo a cura di http://noiegliextraterrestri.blogspot.it/
fonte

1 commento:

Francesco "Shepherdneo" Payne ha detto...

Uuuuhhhhh... Qui c'è moooolto di più in gioco!

Sto seguendo la storia di quest'oggetto fin dalla sua scoperta! C'è un'altra spiegazione affascinantissima che non esclude Cmq gli Alieni...

Ricordate Genesi 6 sulla Bibbia? I Nephilim nascono dall'unione di Anakiti e Figlie degli uomini... Bene.... Poco dopo Dio manda un diluvio sulla terra per liberarla dalla corruzione di uomini e giganti.

Nella Bibbia tutto passa da Dio e gli viene attribuito ma, in realtà, Dio non uccide mai. Non leva la vita. La da. Quello che viene esattamente riportato da Mosè (che vi ricordo aveva la conoscenza di un Faraone, è che "I Mari di lassú caddero sulla terra. È scritto infatti che prima non c'era il mare. Solo fiumi e laghi. Sapete cos'hanno scoperto con questo oggetto? L'unica spiegazione scientifica per cui possa essere realizzato è che ci fossero almeno 2 atmosfere e non 1 sul pianeta e... Indovinate: Con due atmosfere, la Terra avrebbe avuto letteralmente un mare tra 1 e l'altra in cielo. Rottasi una sarebbe caduto sulla terra. Proprio la spiegazione del diluvio. Potrebbe quindi essere un oggetto antidiluviano.

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...