25 agosto 2012

LE STRANE FOTO DI CURIOSITY CHE LA NASA NON COMMENTA


Mentre Curiosity osserva Marte, su Marte chi osserva Curiosity? È la domanda che si stanno facendo in molti, sul web, dopo la diffusione e l’analisi di immagini riprese proprio dal robottino della Nasa sul Pianeta Rosso, nelle quali compaiono dettagli insoliti…


PUNTI BIANCHI NEL CIELO MARZIANO: UFO O PIXEL MANCANTI? 

Qualche esempio? In uno scatto al panorama del cratere Gale, nel quale la sonda è atterrata con successo lo scorso 6 agosto, qualcuno ha fatto notare la presenza di strani puntini che si stagliano nel cielo giallastro dell’atmosfera rarefatta di Marte. Quattro anomalie che sembrano oggetti sospesi a mezz’aria- Ufo, insomma.

In assenza di un commento ufficiale della Nasa, i vari giornali si sono rivolti ai loro esperti per cercare di svelare il mistero. Ad esempio, l’Huffington Post ha chiesto un parere ad un consigliere in materia Ufo del Governo americano, Marc Dantonio. Secondo lui, la soluzione è semplice: quei globi bianchi non sarebbero altro che un difetto della telecamera digitale di Curiosity. Insomma, solo banali pixel mancanti.

UNA DELLE LUCI IN MOVIMENTO RIPRESE DA CURIOSITY 

Ma questa spiegazione non regge di fronte ad un altro video ripreso dal robot. All’orizzonte si vedono infatti apparire due luci in movimento. La prima in ascensione scompare rapidamente salendo verso l’ alto. La seconda invece impiega alcuni secondi per spostarsi da sinistra verso destra. Le immagini sono piuttosto nitide e per ora nessun esperto si è fatto avanti per dimostrare di cosa si tratti. Anche perchè- per quanto ne sappiamo- attualmente non ci sono satelliti o sonde in orbita attorno a Marte. Almeno, non mandati da noi…


Di immagine in immagine, i cacciatori di Ufo si sono poi imbattuti in un’altra ripresa quanto meno singolare. Il contesto è sempre il cratere Gale, nel quale Curiosity ha appena iniziato a muovere i suoi primi passi, dopo qualche settimana di ambientamento. In lontananza, il rover ha fotografato una roccia apparentemente come tante altre. Ma quando l’obiettivo va a stringere, la pietra spicca per le sue dimensioni e per la sua forma stranamente tondeggiante e regolare: sembra simile ad un igloo.

ENORME E TONDEGGIANTE, ECCO LA STRANA ROCCIA FOTOGRAFATA SU MARTE 

I più ardimentosi hanno riconosciuto in questa struttura un oggetto non naturale- forse un artefatto, magari proprio una base spaziale aliena. In questi casi, la fantasia vola. Ma anche ai più pragmatici viene da chiedersi se per caso Curiosity non si sia imbattuta- involontariamente- in qualcosa di molto più interessante di quei batteri extraterrestri che sta cercando su Marte…

GUARDA I VIDEO






fonte

19 commenti:

Stiv GAVRILOVIC ha detto...

Posso dirvi che non sono pixel mancanti....-_-

Annalisa ha detto...

Lo penso anche io... Ma cos'è che se ne vanno a zonzo così nel cielo marziano...

Stiv GAVRILOVIC ha detto...

Difficile da dire.... potremmo supporre sonde terresti top secret che sbadatamente hanno incrociato l'hazimut della sonda... velivoli top secret di un'altra nazione che ha dimostrato che non solo l'america è in grado di arrivare su marte, opterei per i cinesi....Una specie aliena che sta visitando Marte come noi e a che scopo?? Bisognerà spiegargli che forse eravamo arrivati prima noi XD

Roby Crea ha detto...

Ma si dai....siamo noi esseri umani che, essendo ancora nelle prime fasi evolutive della tecnologia ci ritroviamo per la prima volta su Marte con una sondina da nulla :-P ....quanto siamo indietro...Adesso capisco perché c'è questo salto evolutivo e tanti bambini indaco! Ne abbiamo proprio bisogno!

Anonimo ha detto...

Beh ma è ovvio! Chi non ha visto pixel mancanti muoversi perfettamente allineati con l'orizzonte?

Federico

gianni ha detto...

inanzi tutto ci sono ben tre a memoria di datelliti artificiali in orbita marziana... Naa/Mars Reconnaissance Orbiter, ESA/M
ars Express e l'altra nn me la ricordo... cmq non possono essere quei tre punti...
dopo.. essendo curiosity a fonte nucleare, potrebbe attirare l'attenzione dei famosi ufo...

Anonimo ha detto...

Difficile fare qualsiasi ipotesi.
Il nocciolo vero del problema e' che nonostante siamo nel terzo millennio
la Nasa si ostina imperterrita (con ostinazione quasi morbosa) a fare foto in Bianco e Nero
oppure in falsi colori.
Questo e' quantomeno anacronistico !!! se pensiamo ai miliardi
investiti e la tecnologia di cui e' dotata la sonda.
Francamente non vi sono piu' giustificazioni che tengano !
Una sonda cosi' complessa,capace di una manovra di attarreggio cosi intrepida,
capace di vaporizzare una pietra a distanza e
farne poi la spettografia dei gas e' impossibile che debba scattare foto in bianco e nero
causa la necessita' della compressione dei dati (giustificazione ufficiale Nasa
che non ha nessun riscontro, visto che con un programmino da pochi euro
si puo' comprimere una foto 800 x 600 a colori fino a 60 K (ma anche meno) e mantenere
un buon livello di dettaglio !!!! (provato io stesso)
Senza contare che le foto a colori (rare) vengono sistematicamente rielaborate
in falsi colori (ma perche ?????)
Insomma la Nasa spesso le critiche se le va' proprio a cercare, senza contare
che questo non fa altro che alimentare sospetti, o continue teorie elaborate
su foto in bianco e nero quasi sempre a una risoluzione infima oppure rielaborate
a iosa e riproposte al pubblico dalla Nasa nei soliti falsi colori.
In ultima analisi....come non bastasse diventa sempre piu' difficile
convincere i contribuenti americani a "finaziare" l'eplorazione spaziale
per vedere continue foto sgranate spesso di bassa qualita' e quasi sempre in bianco e nero
in tempi cosi difficili di crisi.
Concludo questo intervento con l'amara constatazione che ne sapremo di piu'
solo quando russia, Giappone, o India o Cina manderanno le loro sonde robotiche
sulla superficie del pianeta rosso.....tra molti molti molti anni...

Daniel

gianni ha detto...

beh.. i cinesi non è che si sbottonano per le strutture che ci sono sulla luna.. anzi non ci sono foto della chang'e

Davide ha detto...

Ma sveglia.. i governi possono farsi la guerra tra di loro per i più svariati motivi..
ma il primo che si sbottona su cosa c'è veramente là fuori è finito. Tutto qui.
Invece di continuare a dare soldi a fantomatiche associazioni a delinquere che non hanno nulla di benefico come spesso succede in Italia; facciamo una bella cosa.. finanziamoci (da soli) per costruire NOI un piccolo satellituccio e spedirlo in orbita lunare o marziana e fare queste benedette mappature in HD true color della Luna e di Marte e basta. Siamo stufi di sentire notizie su cosa c'è lassù da enti e agenzie collegate ad apparati militari e in ogni caso non civili.
Basta!
La vogliamo fare la rivoluzione scientifica?
Io 10 euro li metto volentieri.
Quanti sono disposti a fare altrettanto?
Secondo me 100 milioni di persone le troviamo.. allora cosa dite.. ce la si fa con un miliardo di euro? Io dico di sì..

Stiv GAVRILOVIC ha detto...

Davide... ci stroncherebbero sul nascere... esiste ancora il segreto di stato......;)

Edera ha detto...

ma anche secondo me se qualcuno non ci mette nulla di suo (creare un proprio dispositivo da far girare li su marte ecc) non potremmo mai scoprire la verità chissà quante mappature false hanno buttato fuori x nascondere la verità!!! uno potente che faccia a modo suo?no?

Annalisa ha detto...

Lo farebbero fuori. Non è solo questione di soldi.

Davide ha detto...

Caro Stiv.. ci potrà anche essere.. ma ai nostri giorni esiste anche WikiLeaks.. e di segreti di stato ne ha sviscerati parecchi, certo sempre a danno del manipolo di potenti che crede di governare il mondo intero.
Il potere di fermare 100 milioni di persone su un progetto di open universal knowledge.. penso che non esista. E la rete come si sa è un potente catalizzatore.
Se aspettiamo che la Jaxa, l'Esa o la Nasa con Hirise ci scodelli un sito stile Google Earth con Luna e Marte in HD.. stiamo freschi.
Ps: Dato che il precedente è stato il mio primo commento, ringrazio Annalisa per l'ospitalità e per il bellissimo sito che porta avanti con passione.
Un saluto a tutti.

Annalisa ha detto...

Grazie Davide

Stiv GAVRILOVIC ha detto...

Caro Davide, io purtroppo non sono così ottimista e se mi permetti credulone..... Le persone ultimamente, stanno affrontando tanti problemi...
Non credo che sia possibile (anche se molto ardito) creare un progetto come lo vorresti tu , in quanto, se vi sono cose coperte da segreto di stato e qualcuno ritiene che ancora non si debbano sapere, tranquillo che noi non lo sapremo, almeno per ora....
Creare una sonda che vada a fotografare Marte per farti vedere che Atlantide era sul quel pianeta e che vi era una civiltà talmente evoluta che aveva capito che il sistema solare non era sicuro, sai cosa scatenerebbe in tutto il nostro mondo??
A parte wiki e altro... che a mio parere sono controllate anch'esse, non credo che ci verranno a dire che cosa vi sia su Marte o sulla parte nascosta della Luna...
Un saluto... ;)

Anonimo ha detto...

Salve a tutti, leggo sul web che molti commentano negativamente il fatto che le foto da Marte sono in BIANCO E NERO e quelle a colori modificate cosi come ammettela stessa NASA sul suo sito. Fotocamere da milioni di dollari non possono non essere capaci di mandare foto a colori REALI sullla Terra.
Cio' mi urta perche' sembra una presa in giro anche senza voler nascondere qualcosa.
Il mio parere e' comunque che la verita' sullo spazio non e' quella che ci fanno sapere.
Massimo.

Francesco "Shepherdneo" Payne ha detto...

Vi dirò...

La prima cosa che viene in mente a me è un'immagine con accelerazione temporale... Sembra un parolone... in realtà significa semplicemente che riprende in 4 ore e accelerano l'immagine perchè tantè rimane fissa... A quel punto un qualsiasi corpo celeste (compresa la Terra da laggiù) sembra un punto bianco che si muove velocemente...

Ma è solo un tentativo di spiegazione dato che non ho notato orari e tempo di registrazione.

Roby Crea ha detto...

Giusto, potrebbe essere così.

laterzalternativa ha detto...

qualcuno sa indicarmi come trovare queste foto sul sito della nasa? grazie :)

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...