19 novembre 2009

"NOI E LORO" - MESSAGGI DEI FRATELLI STELLARI

La dimensione dell’essere umano è limitata. È una dimensione elementare. Esistono altre dimensioni dove l’essere esiste con attributi e facoltà superiori a quelle umane?
L’essere umano raramente riesce a percepire quanto, realmente, lo circonda e spesso convive con lui. Le sue limitate capacità uditive e visive non gli consentono di individuare e di recepire quanto nell’assoluto silenzio si muove intorno a lui. Le massime vibrazioni con cui sono composte le superiori dimensioni sfuggono al potere dei suoi limitati sensi. Non dovrebbe destare meraviglia alcuna se all’uomo dovesse capitare di trovarsi al fianco di esseri e di mezzi di cui percepisce la presenza ma che non vede, non individua, non sente. Se invece gli esseri e i mezzi attuano una modificazione di frequenze portandosi sul piano delle frequenze dimensionali dell’uomo, allora egli vede, individua e sente. È nelle possibilità di questa superiore dimensione instaurare una sintonia diretta tra loro e i soggetti con cui desiderano entrare in contatto visivo e verbale, lasciando eventuali presenti privi di vedere e di udire.
Gli "UFO", "Dischi volanti", appartengono a questa superiore dimensione con gli attributi già menzionati. È vero dunque che l’uomo deve prendere coscienza di questa realtà, affinché si renda conto che il ponderabile e l’imponderabile altro non sono che aspetti dimensionali diversi e complementari di un’unica causa.
«La nostra evoluzione psicofisica ci concede la possibilità di stare vicinissimi a voi, ma di non essere visibili ai vostri occhi. Spesso ci facciamo vedere ed altre volte proiettiamo la nostra immagine astrale attraverso uno sdoppiamento controllato da strumenti scientifici che la nostra scienza ha realizzato. Possiamo, se vogliamo, modificare la struttura molecolare della materia o modificare la coesilità di essa sino al punto di renderla penetrabile anche da corpi solidi. Ciò che ancora non è possibile alla vostra scienza è per noi possibile, ed ecco perché vi diciamo di non stupirvi quando un nostro mezzo o noi stessi, diveniamo invisibili alle vostre facoltà visive. Ma siamo ugualmente in grado di osservarvi e di percepire i vostri pensieri».
.
La materia è energia posta su una determinata frequenza vibratoria. Noi possiamo trasformare un corpo organico o inorganico, da solido a dinamico senza perdere la propria forma o la possibilità di riacquistare la figura visibile originaria.
.
«Perché, secondo voi terrestri, la vita sul Pianeta che chiamate Marte, deve necessariamente essere come la vostra? L’intelligenza o lo Spirito che ha sperimentato i valori tridimensionali, può non aver più bisogno dell’abitacolo materiale, in un pianeta che ha raggiunto un piano evolutivo cosmico più avanzato della Terra. La materia sublimata e resa in gran parte dinamica potrebbe essere il nuovo strumento dell’Intelligenza o Spirito ed espletare attività totalmente diverse da quelle dei terrestri. La loro natura può non essere visibile ma non per questo non esistere. Voi terrestri siete in grado di vedere tutto ciò che il vostro potere visivo vi permette, od udire quanto le vostre facoltà uditive vi concedono. Sul pianeta che la vostra scienza sonda, con mezzi allineati alle umane facoltà, può esserci un movimento di intensa vita da voi non percepibile. Un giorno non lontano vi renderete conto di ciò e sarete costretti a ricredervi. Noi siamo in mezzo a voi e quando lo riteniamo necessario ci rendiamo sensibili ai vostri organi sensoriali fisici. I fenomeni che non riuscite a spiegarvi sono da noi istruiti e manifestati, ciò per indurvi a porvi delle domande, a meditare, dedurre e determinare le risposte. È bene che ricordiate che la Luce è la nostra reale struttura, l’elemento che determina i nostri molteplici poteri sulla materia organica e inorganica, è il valore primario esistenziale della nostra dimensione. Con essa possiamo realizzare qualsiasi sostanza animata, qualsiasi dinamismo psichico. Voi siete la risultante di una nostra elaborazione, di una forma resa sostanza, vivificata, intelligente e riproducente. Siete stati fatti a nostra immagine e somiglianza, in una diversa dimensione».
.
Gli Extraterrestri, non solo conoscono quella particolare forza energetica che associa e dissocia gli elementi cosmici, ma, in certi particolari casi di difesa e per scopi prettamente scientifici, la utilizzano.
.
«La vostra scienza sta attivamente lavorando per la realizzazione di questa conquista scientifica, utile per i futuri voli negli spazi siderali e per una efficacissima difesa delle masse meteoriche vaganti nel cosmo. La scienza terrestre è in parte consapevole del perché la materia, sia essa organica che inorganica, assume una dimensionalità associativa nel piano manifestativo della vita. È anche risaputo quale sia l’ordine elementare per cui gli atomi e le cellule procedono nell’edificazione di una massa omogenea sia essa di natura fisica-biologica o di natura astrofisica. Sul vostro pianeta, la materia organica e inorganica, ubbidisce a quella legge che istruisce egregiamente, tramite la laboriosa attività del potere coesivo dell’energia solare, quell’ordine associativo degli elementi infinitamente piccoli in masse astrologicamente grandi. Questa legge varia e, in rapporto alla qualità degli elementi associati e della velocità della massa costituita, può assumere un minore o maggiore potere adesivo magnetico. Una massa omogenea che viaggia nello spazio assume un grave pericolo per gli astronauti, specie se questa massa è di tale natura da sviluppare un vastissimo campo di vortici elettromagnetici dissociativi. Nell’anno 1950, nel Mare del Giappone, due caccia sovietici attaccarono con le armi di bordo un nostro cosmoaereo. Uno di essi si gettò definitivamente contro il nostro mezzo scaricandoci contro tutto l’arsenale.
Siamo stati costretti contro la nostra volontà, ad usare appunto quella particolare energia dissociativa. Infatti l’apparecchio, che era attentamente seguito dall’equipaggio di un mercantile nipponico nella sua drammatica fase di attacco al nostro mezzo, ad un certo momento restò sospeso nell’aria vibrando fortemente e scomponendosi. Quello è stato un durissimo insegnamento che non avremmo voluto mai dare, ma ne siamo stati costretti per far comprendere all’aviazione sovietica che quell’oggetto non era terrestre e che bisognava dare una scientifica dimostrazione della nostra presenza e disapprovazione sulle decisioni che si erano già prese per bombardare con armi nucleari la Corea del Nord. Questo valse a fare desistere molti generali americani dalla decisione, molto grave, che avevano in un primo tempo presa
».
.
Avvertimento ai piloti civili e militari:
.
«I nostri mezzi spaziali possono raggiungere velocità per voi impossibili ed inconcepibili, le vostre armi, qualunque esse siano, non potranno mai incidere sull’assoluta sicurezza dei nostri mezzi, né possono mettere in pericolo le nostre esistenze
È invece estremamente pericoloso per voi e per i vostri aerei, incanalarvi nella scia dei nostri mezzi spaziali in navigazione.
Sappiate voi, e lo sappiano pure i vostri scienziati, che i nostri mezzi viaggiano nel vuoto assoluto e alla velocità della luce, usando la stessa energia che consente ai corpi celesti, compresi i pianeti del Sistema Solare, di rimanere nello spazio cosmico in un perfetto stato antigravitazionale rispetto agli altri pianeti.
Ancora voi, ed in modo particolare i vostri scienziati, non conoscete la titanica energia che sovrasta le zone sino ad oggi esplorate dai vostri satelliti artificiali. L’imprigionamento e l’asservimento di tale energia è per noi possibile e facilmente attuabile, grazie a speciali apparecchi che ci consentono tale operazione, già da molti millenni. Inoltre, questa energia viene da noi condensata a nostro piacimento e a seconda del potenziale di proiezione richiesto dalla circostanza.
La spinta di proiezione dei nostri mezzi spaziali è quindi regolabile, e noi la portiamo agli estremi limiti quando ci incontriamo con i vostri apparecchi per questi due principali motivi:

.
1 consentire al vostro potere visivo di osservarci e alla vostra intelligenza di dedurre

2 evitare il più possibile l’allargamento dell’alone energetico al fine di annullare un eventuale scontro di esso con i vostri aerei

.
Però spesso succede che indirizzate i vostri aerei sui nostri mezzi, costringendoci ad accelerare la spinta di proiezione e quindi, il conseguente allargamento dell’alone dell’energia fluttuante. Da ciò nascono gravi evenienze che possono indurvi in situazioni estremamente pericolose, ed anche mortali. Investire anche il residuo di energia ancora in un relativo stato di condensazione, che viene lasciata dai nostri mezzi, comporta per i vostri aerei la completa dissociazione, e quindi la vostra sicura morte. Perciò vi invitiamo, con fraterno Amore, a non avventurarvi con incoscienza in tali imprese, e vi esortiamo, con spirituale affetto, a rallegrarvi dei nostri incontri, così come ce ne rallegriamo noi, con serenità e pace nel cuore. È sempre valido l’avvertimento divulgato a suo tempo, di non avvicinarvi ai nostri mezzi quando sono in volo, atterrati o immobili o in movimento nelle acque. I nostri cosmoaerei sono sempre animati da energia letale per chi dovesse avventurarsi a distanze ravvicinate. La dissociazione della forza coesile della materia inorganica diverrebbe inevitabile, come altrettanto la disidratazione della materia organica. Abbiate senso di responsabilità e non lasciatevi prendere da eccessiva morbosa curiosità, tale da spingervi verso sicura morte. Saremo noi a darvi i segni di sicurezza perché possiate, se lo riterremo opportuno, avvicinarvi al cosmoaereo. I nostri cosmoaerei sono mezzi capaci di navigare in aria, in acqua, e di scorrere attraverso la materia solida o densa, creando corridoi con il sistema dell’annullamento coesile magnetico da voi definibile come antimateria. È possibile alla nostra scienza di ricoordinare la forza coesile solidificante attraverso l’immissione di un magnetismo riorganizzativo o associativo che voi definite psiche o dinamismo primario gravitazionale istruttivo. La vostra scienza studia questi valori associativi e dissociativi con frequenti errori, con mire negative e distruttive. Le nostre dissociazioni sono totalmente e scrupolosamente controllate. Abbiamo detto "dissociazione" e non "disintegrazione". Alla nostra scienza è possibile la riassociazione degli elementi scomposti e resi penetrabili, malleabili e strutturabili a seconda dei bisogni e delle esigenze della nostra tecnologia, sia fisica che astrale. Usiamo da remoto tempo l’energia psichica che voi terrestri non conoscete, prodotta anche dai Soli. Esistono due tipi di energie primarie:

.
1 Energia coordinatrice (intelligenza)

2 Energia costruttrice (astrale-dinamica)
.
Non meno importanti delle energie primarie, vi sono le secondarie, accumulate nelle strutture modificatrici degli elementi, strettamente legate all’energia primaria coordinatrice. Voi terrestri potreste usare l’energia del vostro Sole senza alcun timore. Elios è vita!
Non badate a coloro che dicono sciocchezze solo per fini di interessi speculativi. Dedicatevi con solerzia a mettere nell’orbita del vostro pianeta, trasformatori di energia solare. Avrete energia pulita ed ogni cosa che nasce e vive sulla terra vivrà sanamente e a lungo.
Esistono dinamiche coesili diverse che possono essere modificate attraverso particolari energie condotte da linee di forza magnetica o psichica. La materia organica ubbidisce ad una dinamica biologica strettamente legata all’atomo di idrogeno psichizzato, mentre quella inorganica è governata da flussi e riflussi di magnetismo coesile modificante e dalla forza gravitazionale. Un manufatto di materia inorganica può essere modificato nella forma se il magnetismo coesile viene, forzatamente, scomposto nei suoi equilibri. Per darvi un esempio: un carro armato, un aereo, una nave possono perdere la loro forma ed essere ridotti ad un cumulo di metalli informi. Le micro-vibrazioni scompensatrici, investendo l’oggetto, producono in questo, un progressivo sfaldamento con la perdita della forma originaria e delle compattezza. Non è antimateria, bensì capacità di modificare la forma di essa. A differenza della bomba al neutrone, non distrugge la vita, ma modifica, radicalmente, gli ordigni bellici e quanto riveste caratteristiche distruttrici. Manipoliamo la luce così come voi manipolate la materia. La limitata conoscenza che possedete sulla luce non potrà concedervi il sapere delle prodigiose capacità che essa possiede. La luce è educabile, ubbidiente, perché veicolo dell’Intelligenza Creante del Cosmo. Il Cosmo fisico è il corpo, la luce è l’anima e lo spirito è l’intelligenza. È prerogativa di chi possiede la suprema conoscenza dell’Intelligenza dello Spirito Creante di servirsi del potere della luce e dei suoi molteplici effetti. I nostri mezzi sono composti, nella maggior parte, di cristalli di luce materializzata con componenti psichizzati. Una regolata vibrazione ci consente di uscire dal vostro campo visivo, e pur essendo presente la nostra identità non può essere individuabile dalle strumentalizzazioni che possedete. La luce ci consente molteplici possibilità di intuire, se si conosce la sua reale natura. A parte i mezzi ricognitori, le nostre grandi astronavi stanno fuori dal vostro sistema solare. Le nostre basi di appoggio sono molte e in quasi tutti i pianeti o satelliti del sistema solare. Anche i mezzi ricognitori possiedono le proprietà di incontrarsi e di fondersi in un unico temporaneo blocco o di separarsi se o quando lo si ritiene necessario. Immaginate una città, scomponibile. Un mosaico fatto di pezzi uniti temporaneamente e autonomi in qualsiasi momento. Così sono costruite le nostre città cosmiche viaggianti nel tempo e nello spazio e fuori del tempo e dello spazio. Ogni componente possiede la totale indipendenza tecnica, motrice e difensiva oltre a quella organizzativa per la sopravvivenza. Volendo, è nelle possibilità della nostra scienza costruire un piccolo mondo con materiale sublimato e psichizzato capace di spostarsi con l’utilizzazione del potere della nostra mente. Se ciò è per voi fantascientifico, non lo è per noi, eredi dell’Intelligenza, della "Forza Onnicrescente" e dell’incondizionata obbedienza ad essa concessa per la completa conoscenza che di questa "cosmica realtà" abbiamo. La nostra attività operativa è vincolata da una legge che non può essere violata da sentimenti egoistici né sopraffatta da poteri di dominio involutivo in ogni senso.
.
Siamo giusti ed ubbidienti irremovibili dell’Intelligenza che governa il Creato ed il suo eterno divenire: siamo i giardinieri del cosmo, gli esecutori della suprema volontà degli "archetipi creanti", gli "astrali", fecondatori dell’Idea Divina o "Dèi Solari".
"La fiamma è unica anche se gli aspetti sono diversi". Capite? I nostri tracciatori magnetici (dischi volanti come voi li chiamate) scivolano su linee che possiamo modificare nella voluta direzione. Negli spazi esterni del vostro sistema solare, le nostre astronavi praticano un’altra tecnica di volo molto vicina al concetto della teleportazione. La vostra meraviglia è in parte giustificata se fate una similitudine con la tecnica e la scienza aeronautica che possedete. Noi non usiamo carburante. Usiamo sì energia atomica, ma non per disintegrare come voi fate. Nel nostro habitat e nei nostri mezzi di comunicazione, il pericolo di contaminazione è nullo. L’energia è pulita al 100% e la disponibilità illimitata. A differenza della vostra attuale scienza poco impegnata a risolvere questi primari problemi, la nostra scienza è continuamente impegnata sui beni essenziali miranti a rendere comoda, sicura e felice l’esistenza della comunità e il suo continuo divenire. Non abbiamo problemi di difesa e di offesa, né siamo impegnati su cose futili ed inutili. Pur possedendo una scienza per voi impensabile la usiamo per fini positivi, per il bene universale».
.
.
Messaggi dei Fratelli cosmici dati ad Eugenio Siragusa, contattato.
.
Fonte: Edicolaweb

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...