23 febbraio 2010

ASTRONOMO DELLA CASA REALE INGLESE: "GLI ALIENI POTREBBERO GUARDARCI IN FACCIA"

Gli Alieni potrebbero "guardarci in faccia" e potrebbero avere una forma tale da non essere riconosciuti, lo ha affermato un Astronomo della Regina d'Inghilterra.

Lord Martin Rees, presidente della Royal Society ed astronomo della Regina, ha affermato che l'esistenza della vita extraterrestre potrebbe essere al di là della comprensione umana.

Egli ha fatto queste rimarchevoli osservazioni dopo aver partecipato alla prima Conferenza ospitata presso la "National Science Accademy" , occasione nella quale si è discusso sulla possibilità della vita aliena. "Potrebbero fissarci in faccia e noi non li riconosceremmo".
Il problema è che stiamo cercando qualcosa di molto simile a noi, partendo dal presupposto che che essi avrebbero almeno qualcosa di simile alla matematica ed alla tecnologia".

"Sospetto che ci potrebbe essere vita e intelligenza là fuori in forme che non possiamo concepire. Proprio come uno scimpanzé non riesce a capire la teoria quantistica, loro potrebbero in realtà in una forma al di fuori della capacità di concezione del nostro cervello".

Lord Rees espresse nel mese di Gennaio in occasione della Conferenza dal titolo "L'individuazione di vita extraterrestre e le conseguenze per la scienza e società", la domanda cosa avverrebbe in caso della loro rivelazione, terrore o gioia sulla terra?

Alla rivista "Prospect" Rees ha affermato che ora come non mai i telescopi sono in grado di trovare vita extraterrestre.

Ma il dottor Frank Drake, leader a livello mondiale per la ricerca degli ET, disse alla conferenza che la TV satellite e la rivoluzione digitale sta facendo diventare gli esseri umani invisibili agli alieni, a causa della diminuzione delle trasmissioni televisive e radio tradizionali trasmesse nello spazio.

Allo stato attuale la Terra è circondata da uno scudo in espansione composto di trasmissioni analogiche, segnali radio e radar che potrebbero espandersi fino a 50 anni luce. Ma anche se questi segnali potrebbero diffondersi fino a raggiungere molti sistemi stellari vicini, questo fenomeno starebbe scomparendo rapidamente per via della nuova scia tecnologica digitale, secondo Drake.

Drake fondò il SETI (Search for the Extraterrestrial Intelligence), organizzazione Amercana. Egli pensa che i segnali della televisione digitale potrebbero apparire come un rumore spaziale per una corsa nell'osservare gli alieni.

Traduzione a cura di http://ufoplanet.ufoforum.it

Fonte originale:
.

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...