18 novembre 2010

CERN: CREATA E INTRAPPOLATA L'ANTIMATERIA

Avete presente il libro di Dan Brown "Angeli e Demoni"? In questo avvincente (per alcuni) e controverso (per altri) romanzo, gli scienziati del CERN sono riusciti nell'impresa di imbrigliare l'antimateria, controllandola a tal punto da poterla imprigionare e immagazzinare in un contenitore. Fino ad ora si riteneva che la soluzione a questo problema fosse ancora molto lontana, soprattutto per i limiti tecnologici attuali, ma i fisici del CERN sono riusciti a intrappolare un atomo di anti-idrogeno per la durata di una frazione di secondo.

Il sistema ALPHA (Antihydrogen Laser Physics Apparatus), creato da un consorzio che include la la University of California e il Lawrence Berkeley National Laboratory, è riuscito ad intrappolare 38 atomi di anti-idrogeno, ciascuno per la durata di un decimo di secondo. Sebbene quel lasso temporale sia troppo breve per avere (allo stato attuale) applicazioni pratiche, potrebbe tuttavia fornire preziosissime informazioni di natura fisica, informazioni che ora sfuggono alla scienza. Se intrappolare l'antimateria per una frazione di secondo sembra una sfida facile da vincere, basti pensare che, fino ad ora, l'antimateria creata nei laboratori di tutto il mondo esisteva per lo spazio di qualche microsecondo, per poi annichilirsi con la materia che noi conosciamo. Il primo antiprotone della storia fu creato da Emilio Segre e Owen Chamberlain nel 1955, ma il primo anti-atomo di idrogeno è relativamente recente: nel 2002, sempre al CERN, venne creato un anti-atomo, rilevato dall'esperimento ATHENA, il precursore di ALPHA.


Come si crea un atomo di anti-idrogeno? Si raffreddano degli antiprotoni e dei positroni (antielettroni) a temperature prossime allo zero assoluto. Tutto questo in una bottiglia magnetica, in grado di intrappolare gli anti-atomi di idrogeno appena creati. "Per il momento, conserviamo gli atomi di anti-idrogeno per almeno 172 millisecondi, circa 1/6 di secondo, abbastanza a lungo per esseri sicuri di averli intrappolati" ha affermato Jonathan Wurtele, uno dei membri del team dell'esperimento ALPHA. "Ci stiamo avvicinando al punto in cui potremo fare alcuni esperimenti sulle proprietà dell'anti-idrogeno" ha detto Joel Fajans, professore di fisica alla University of California. "Inizialmente saranno esperimenti 'rozzi' per testare la simmetria CPT, ma dato che nessuno è stato in grado fino ad ora di fare questo tipo di misurazioni su atomi di antimateria, è un buon inizio".

La simmetria CPT (carica-parità-tempo) è l'ipotesi per la quale le interazioni fisiche hanno lo stesso aspetto anche se si inverte la carica di una particella, si cambiano le sue coordinate nello spazio e si inverte il suo tempo. Ogni differenza tra anti-idrogeno e idrogeno, come le differenze nel loro spettro atomico, violerebbe automaticamente la simmetria CPT, sovvertendo il cosidetto "modello standard" e contribuendo a spiegare perchè l'antimateria è per lo più assente nel nostro universo.

Fonte: ditadifulmine.com

1 commento:

Anonimo ha detto...

Per poter bruciare, il fuoco, necessita di aria ed un motore a reazione, per poter spingere l'aereo, il razzo, il missile o l'astronave necessita della forza di gravità.

Appena usciti dall'atmosfera terrestre, le condizioni che permettono al fuoco di bruciare e spingere (aria e gravità), smettono di esistere e quindi il motore a reazione non può funzionare.

La spinta ricevuta fino al limite atmosferico, permette poi, attraverso la forza d'inerzia, il continuo viaggiare in linea retta all'infinito ma per arrestarsi o variare direzione occorre un'altra forza propria che non può essere quella di un motore a reazione dato che la combustione senz'aria è impossibile.

Dato che la gravità è pressochè assente, anche se il motore a reazione funzionasse, per poter dare una minuscola insignificante spinta, dovrebbe produrre una potenza paragonabile a quella prodotta da tutti i motori a reazione esistenti messi insieme.

Che tipo di motore viene utilizzato per muoversi nello spazio lassù lontano dagli occhi del popolo terrestre?

Lo Sputnik 1 è in assoluto il primo oggetto che l’uomo sia riuscito a lanciare oltre l’atmosfera e a mettere in orbita attorno alla Terra (4 ottobre 1957).

METTERE IN ORBITA?

L'incidente di Roswell è un evento verificatosi nel luglio del 1947 e dopo 10 anni lo Sputnik riesce ad arrestarsi in orbita sconfiggendo la spinta verso l'infinito utilizzando ... cosa?

Il fatto che sia la Russia a conquistare per prima lo spazio, è solo un'evento speculare che serve ad evitare che qualcuno possa minimamente pensare che si è riusciti in questa impresa grazie ad un UFO schiantatosi su territorio USA dato ch'era in guerra fredda attiva con l'URSS.

Il fatto che "DIO" e "SATANA" da sempre siano in lite, serve a far si che tutti gli esseri umani combattano e di conseguenza creino ogni sorta di cosa in nome di uno o dell'altro che altri non sono che le due facce della stessa medaglia, della stessa entità "superiore".

CERN ?

C'è chi sta al potere, ottenuto in migliaia di anni con l'inganno, che sa che prima o poi, la verità salterà fuori e che la reazione sarà una rivoluzione planetare totale con la conseguente inevitabile loro detronizzazione. Possiedono una potenza di "fuoco" tale da poter poter eliminare tutti i rivoltosi ma così facendo eliminerebbero tutta la forza lavoro del pianeta e dato che per la loro sopravvivenza, necessitano schiavi non possono eliminarli e quindi ..... "o continuate a fare da bravi i nostri schiavi o noi (CERN) in meno di un secondo facciamo sparire, non solo il pianeta, ma anche l'intero universo!".

simonebernardi1974@libero.it

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...