29 marzo 2011

UN RAGAZZO DI 12 ANNI CONTRO LA TEORIA DEL BIG BANG

Jacob Barnett di 12 anni frequenta già il college, il suo QI è superiore a quello di Einstein e per passione si occupa di una versione espansa della teoria della relatività. Fino ad ora ha strabiliato i professori, ma cosa fa oltre a questo? Mette in discussione il Big Bang chiaramente. Recentemente si è espresso così al The Indianapolis Star : "Ci sono due tipi diversi di fine per le stelle. Quando le stelle piccole muoiono, è come un piccolo poof. Diventano nebulose planetarie. Però quelle grandi, sopra 1.4 masse solari, finiscono in una grande esplosione, una supernova", dice Jake. "Nelle grandi stelle c'è molta massa e può fondere gli elementi più pesanti perchè è più densa". "Quindi hai tutti gli elementi, tutti i diversi materiali, da queste stelle grandi. Le stelle piccole, producono idrogeno ed elio e quando esplodono, tutto il carbonio che rimane in esse è nella nana bianca". "Quindi nella teoria del big bang, abbiamo una grande esplosione e c'è tutta questa temperatura che ne risulta e questa si riduce molto rapidamente, perchè è davvero grande. L'altro giorno ho calcolato che hanno questo periodo dove, suppongono, si creerebbe l'idrogeno e l'elio e, non mi preoccupo dell'idrogeno e dell'elio, però ho pensato, non dovrebbe esserci una sorta di carbonio?" Può continuare ancora e ancora, infatti lo fa.. "Altrimenti, il carbonio dovrebbe uscire dalle stelle e quindi la Terra, fatta principalmente di carbonio, non sarebbe qua. Quindi ho calcolato il tempo che sarebbe necessario per creare il 2% del carbonio nell'universo, dovrebbero essere alcuni micro-secondi.
Oppure un paio di nanosecondi o qualcosa del genere. Un periodo estremamente breve. Più rapido di uno schiocco di dita. Questo non accadrà." "Per questo, significa che il mondo non sarebbe stato creato, perchè il carbonio non avrebbe avuto 7 miliardi di anni per fondersi. Dovremmo essere antichi di 21 miliardi di anni...e questo manderebbe tutto all'aria." Jacob non ha iniziato a parlare prima dei due anni e gli è stata diagnosticata la Sindrome di Aspergers, una forma di autismo. Sua madre, Kristine, ha riferito allo Star che aveva problemi a dormire perchè vedeva i numeri nella sua mente. "In un periodo di due settimane si è seduto e ha appreso tutta la matematica della scuola superiore. Ha passato i test di algebra 1 e 2, geometria, trigonometria e calcolo". A 8 anni Jacob è entrato nella classe di astrofisica avanzata della University-Purdue University Indianapolis (IUPUI) dove spicca come brillante studente. Il Professor John Ross ha detto, "I bambini della sua età faticano a sommare le frazioni e lui aiuta i suoi compagni e potrebbe aiutare l'università fra poco. Jacob ha iniziato a lavorare su una teoria espansa della relatività". Aggiunge il Prof.Scott Tremaine, "La teoria su cui lavora riguarda molti dei problemi più duri in astrofisica e fisica teoretica, chiunque li risolva è pronto per il Premio Nobel."

Segnalato da Emiliano

Fonte: www.altrogiornale.org

12 commenti:

Aquila ha detto...

Probabilmente e' uno Star-Child....

Annalisa ha detto...

Sì,.. lo sospetto anche io.
Ciao Aquila

Mauro ha detto...

Nella storia dell'umanità hanno comandato diverse categorie di persone.
Agli inizi c'era il più forte fisicamente, poi con il passare del tempo il più ricco fino ad arrivare ai giorni nostri con il più furbo.
Tranne qualche piccolo passaggio temporale occupato dall'onesto la storia della razza umana ha conosciuto sempre il peggio al potere ed il risultato è quello che noi oggi noi tutti vediamo e malediciamo.
Ora è tempo che i geni guidino le sorti dei popoli perchè essi sono l'espressione più alta dell'uomo.
Per genio intendo solo ed esclusivamente genio scientifico.
Perchè?
Semplice, anzi no semplicissimo!!
Le cellule del cervello guidano i passi del corpo.
Le cellule del piede lavorano affinchè il corpo arrivi dove le cellule del cervello hanno stabilito.
Ad ognuno il proprio compito per un obbiettivo comune: arrivare alla felicità ed al benessere collettivo.
Un genio al potere è sinonimo di conoscenza e progresso.
Pensate poi un bambino del genere al posto di quel pagliaccio guerrafondaio "premio Nobel della pace" conosciuto come OBAMA che cosa meravigliosa sarebbe!!!!!
Lo so è pura utopia ma ho le idee chiare e questo mi rende libero.

Eleonora ha detto...

La scienza e l'intelligenza possono essere usate sia per creare che per distruggere. Non sempre ad un grande potenziale intellettuale si accompagna una solida componente etica; spesso chi ha grandi capacità mentali è concentrato sulle proprie realizzazioni e sul successo sociale che ne deriva con una certa indifferenza alle eventuali sofferenze causate ad altri dalle sue scoperte. Che cosa sceglierà questo ragazzo?
Ele

Annalisa ha detto...

Vero Eleonora.. prendiamo per esempio, tra i tanti scienziati, il padre della "Bomba H" Edward Teller.
La Scienza per dovrebbe camminare a fianco con Etica e Spiritualità, se così non è si ha solo distruzione e morte. Ed è quello che succede.

Mauro ha detto...

E' compito della società appurare la bontà del comandante.
Ad una società corrotta corrisponderà un capo corrotto.
Per una società sana la conseguenza è logica.
Ci sono molti modi per scegliere un comandante ed il più fasullo è quello democratico.
La democrazia infatti, concede alle cellule del piede (riferimento al post precedente) di eleggere come capo un qualsiasi soggetto. Il quoziente intellettivo di questi elettori ed eletti sarà inevitabilmente molto basso perchè bassa è la conoscenza (vedi la classica persona che guarda il grande fratello o l'isola dei famosi e legge "Chi" o l'anziano che ha maturato la seconda elementare e non ha mai approfondito le questioni sociali).
Al contrario, una società che concede il diritto di voto solo a quelle persone con un coefficiente morale ed intellettivo molto alto riconosciuto dalla società stessa anche con metodi scientifici, può, a mio parere, eleggere solamente una persona con le medesime caratteristiche se non superiori (i geni).
Gesù fu il primo ad assaggiare sulla sua pelle la democrazia e Barabba ancora ringrazia!
(chiaramente se il tutto è esistito).
Ecco quindi che una società evoluta non può che reggersi sui geni e la conoscenza ne è il pilastro fondamentale.
Heinstein certamente non eleggerebbe Berlusconi o Bersani che, a loro volta, non sceglierebbero un persona che facesse funzionare cervello come il suddetto grande scienziato.
I simili attraggono solo i simili.
Ciao

Annalisa ha detto...

Simile attrae simile questa sì, ma non generalizziamo.. non tutti gli elettori sono dei "caproni" di intelligenza medio-bassa. E poi un pò di rispetto per gli anziani che sono dei maestri di vita, di saggezza e di valori, cose che mancano a tanti giovani e adulti di oggi.
Le persone intelligenti non si misurano certo con il titoli di studio, che vuol dire avere la seconda elementare? Ci sono tanti ignoranti che hanno diplomi e lauree in giro.

Attenzione: su questo blog non si parla di politica Mauro, questo vale x tutti, non si pubblicano commenti a sfondo politico.
Grazie

Eleonora ha detto...

@ Mauro:
quel che tracci è un ritratto del nazismo: una società di eletti che gestiva la politica fondandosi sulla propria (presunta) superiorità. Persone dotate di grande cultura in molti campi, intelligenza,avevano sviluppato tecnologie sofisticate e così via... eppure come vedi non fu sufficiente per farne dei buoni governanti!
cmq sul discorso generale degli eletti speculari agli elettori potrei anche essere d'accordo, se non fosse che non credo che siano veramente eletti da noi.
Il genio Einstein, si scrive senza H.

Mauro ha detto...

Non sembra essere un commento politico il mio.

Il titolo di studio non è una questione fondamentale per il QI lo so benissimo.

Annalisa stai fraintendendo le mie parole cercando di generalizzare un concetto che è specifico.
Lo scopo è quello di far capire che non è possibile dare delle competenze ha chi non è all'altezza.
Es. Prendi quel ragazzo che ha tirato il motorino giù dagli spalti di San Siro durante una partita di calcio. Dentro l'urna elettorale cosa potrebbe combinare se non un disastro?! Ed il suo voto è equiparato a quello di Carlo Rubia.

Poi....
Gli ET o OVNI sono politica,la scelta della pasta o del vino è politica, tutto è politica perchè la politica è scegliere.
Non puoi tenere fuori la politica (per politica non intendo lo schierarsi a dx o a sx) perchè è da essa (conseguenza delle nostre scelte) che noi traiamo linfa vitale che ci fa andare avanti.

Poi...
Gli anziani li rispetto ma certamente non è solamente per la loro età che mi sento di affidare loro il mio futuro.
C'è l'anziano con un QI molto alto e l'anziano con il QI molto basso e certamente non tutti sono maestri di vita.
E' questa distinzione che permetterà al giovane di crearsi un futuro ed una vita degna di essere vissuta.

Per ultimo e chiudo, la nostra nazione oggi è quello che è perchè, non tutti, ma la stragrande maggioranza degli elettori sono effettivamente dei caproni con QI moooolto basso!
Ciao

Mauro ha detto...

Quando il Nazismo salì al potere la Germania soffriva una profonda crisi economica.
Come la storia ci insegna, sono proprio in questi frangenti che i furbi, parlando alla pancia degli stolti, promettendo loro l'impossibile, salgono al portere.
Ciao Elisa

Annalisa ha detto...

Sei libero di credere quello che vuoi Mauro.
A me personalmente non interessa portare avanti questo discorso che non c'entra niente con gli argomenti trattati dal Blog.
Ciao.

Aquila ha detto...

Qui non siamo di fronte a un "semplice" genio, ma piuttosto (a mio avviso) a un vero Star-Child. Il ragazzo sembra avere molta determinazione nel formulare le sue teorie, come se le avesse gia' immagazzinate nella sua memoria e nel suo intelletto. Le questioni politiche (e qui ha ragione Annalisa)esulano da questo contesto.

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...