20 ottobre 2012

GLI INGLESI CREDONO PIU' AGLI EXTRATERRESTRI CHE A DIO

Il sondaggio della Opinion Matters rileva cifre clamorose: tra i cittadini inglesi sono di più quelli che credono negli alieni di quelli che credono in Dio.

Un confronto alquanto bizzarro quello posto in essere dalla Opinion Matters, che ha condotto un sondaggio su 1359 adulti, tutti cittadini inglesi, su questioni che vanno dalla fede in Dio ai sospetti di insabbiamento sugli Ufo dal credere nell'atterraggio sulla Luna al credere nella presenza di vita aliena nello spazio. I risultati hanno fatto alquanto rumore, dato che ben il 52% degli intervistati crede nell'esistenza degli alieni e che evidenze di contatti degli extraterrestri con la Terra siano stati insabbiati da organismi governativi, mentre solo il 44% degli intervistati crede in Dio.

Certo, il sondaggio è stato effettuato online e prende il là da una campagna interessante il videogame XCOM: Enemy Unknown, ma secondo l'agenzia che ha condotto il sondaggio (agenzia rispettata) il campione del sondaggio è sufficientemente variegato da poter essere considerato rappresentativo della popolazione del Regno Unito. Al di là di queste dichiarazioni va senz'altro considerato che se un più nutrito gruppo di persone anziane avesse partecipato al sondaggio forse gli esiti sarebbero stati differenti, nondimeno, i dati registrati sono interessanti, e lo pensa anche Alistair Macdonald-Radcliff, sacerdote anglicano di ampie vedute, direttore generale del World Dialogue Council, gruppo che promuove un miglioramento delle relazioni tra le culture occidentali e quelle islamiche. Macdonald-Radcliff ricorda le difficoltà insite nel fornire risultati statistici adeguati su questioni come queste (al di là del sondaggio qui preso in questione), ma afferma anche che in effetti potrebbe esserci una correlazione tra la perdita di fede nella popolazione e l'aumento di quanti credono in forme di vita extraterrestri.

I risultati del sondaggio stanno facendo il giro del mondo. La secolarizzazione in Inghilterra, e non solo, avanza (è cosa evidente), allo stesso modo aumentano le persone che credono negli alieni e negli insabbiamenti governativi per nascondere la verità: quelli che fino a qualche decennio fa erano solo dei gruppi di "stramboidi" stanno diventando una massa, a quanto pare.


fonte
fonte originale

12 commenti:

mena ha detto...

avere fede, non vuol dire non credere agli extraterrestri anzi... vogliamo limitare l'azione creatrice di DIO? nel regno dei cieli vi sono molte dimore, l'ha detto Gesù. Io sento che l'amore non ha spazio, confine e meta e amo già i fratelli dello spazio solo pensandoli.

Annalisa ha detto...

Eh già Mena non sono solo nostri fratelli ma ci hanno pure creato...
Io non credo al DIO della religione cristiana. E' una invenzione di sana pianta.

Anonimo ha detto...

Pur non addentrandosi in una discussione
assai "scivolosa" come la creazione e l'esistenza di un Dio
Credo che alcune considerazioni marginali siano tuttavia possibili.
Alcuni potrebbero sollevare il dubbio (non del tutto infondato) che il campione statistico si basava su persone propense all'esistenza degli Ufo (giocatori del videogame Xcom, un gioco che propone uno scenario alla "Shado" ossia organizzazione governativa segreta in lotta con gli Ufo di cui pure io possideo una copia).
Ma credo che non sia l'unica ragione.
Penso che la propensione degli abitanti del Regno Unito per l'esistenza Ufo sia anche in relazione col fenomeno dei cerchi del grano.
Da sempre l'Inghilterra e' la capitale
di questo fenomeno, ed e' innegabile che tale fenomeno abbia suscitato un forte dibattito interno tra gli abitanti sull'ipotesi UFO e la
loro esistenza.
La crescente sfiducia nei governi e nella loro credibilita'di certo non hanno favorito le spiegazioni ufficiali.
Non ultino, l'Inghilterra e' il paese con piu' alto tasso di immigrazione, ed e' quindi un crogiolo di culture e religioni
diverse e molte di queste sono politeiste e quindi non credono nell'esistenza di Dio (nella "versione occidentale").
Tra le curiosita' ricordo che in Inghilterra l'ultimo censimento
ha dato (in fatto di religione) dati altrettanto curiosi.
Alla voce che "religione professi? " una porzione significativa ha dichiarato
che ha abbracciato la religione Jedi !

Daniele

stirpe ha detto...

non posso dire se esiste un dio unico,perchè non ne sento alcuna presenza.e per ciò non mi esprimo,ma personalmente non credo in alcun dio.figuriamoci nella versione cristiana poi.no comment,è un'altra storia quella.ma nel corso del tempo dei miei 36 anni,avendo la fortuna di poter viagiare molto.per la mie ricerche a carattere personale.visitare posti,osservare da vicino antiche rovine, comprendere le origini della razza umana ecc .credo sempre di più nella tesi molto semplice, che l'uomo è stato creato non per operazione divina, ma per ben altro intervento, che di divino non ha nulla.da questo si puo capire come parte e si evolve la nostra vita.schiavi siam stati sin dal principio,schiavi lo siamo ancora..bisogna riflettere su questo.che poi oguno scelga la propia fede,perchè penso che la fede sia qualcosa di intimo,che ognuno come dico sempre deve ricercare nel propio io.

Annalisa ha detto...

Bhè è una opinione tua e io a rispetto, anche se non sono affatto daccordo.
Gli umani sono schiavi sì ma solo di sè stessi e solo per propria colpa e responsabilità. Che colpa ne possono avere i Creatori, gli alieni (se è a loro che ti riferivi), se l'uomo per sua scelta ad un certo punto ha voluto intraprendere e sperimentare le strade del male e dell'EGO - mentre il progetto iniziale era quello di essere a Loro immagine e somiglianza anche spiritualmente?
Abbiamo il libero arbitrio, anche di distruggerci una volta per tutte.
E quelli che vengono chiamati volgarmente "rapimenti" non sono altro che interventi sulla GENETICA per migliorare spiritualmente la specie umana, perchè se così non fosse l'evoluzione rimarrebbe bloccata!!

Poi ogniuno giustissimo la pensi pure come vuole, anche che l'uomo è stato creato per essere schiavo degli alieni o di chi sa chi, tanto oramai alla fantasia non c'è più limite.

Saluti.

Alvise ha detto...

Dibattito di importanza fondamentale :)
Annalisa, se anche gli alieni avessero creato la nostra forma, chiamiamola così, biologica, non vedo incompatibilità con l'esistenza di un Dio, inteso come fonte suprema, Padre Divino e Madre Divina, creatore e rettore di tutti i livello dell'Universo, una Fonte. A tal proposito, alcune scuole esoteriche, come la Teosofia, basandosi su antichi scritti e non solo, indicano una Fonte primigenia, da cui scaturiscono costantemente delle "scintille", che, per poter cogliere appieno la dimensione divina e infine ritornarvi, devono individualizzarsi nei piani vibrazionalmente inferiori (il nostro corrisponderebbe al maggior grado di densità). Da qui si comprendono le varie "sottoclassi" tradizionali del creato (quindi Dio -chiamiamolo come vogliamo-, i vari tipi di schiere Angeliche, l'essere umano, gli spiriti di natura, e aggiungo io, le forme di vita aliene). Inoltre, noi (anime immortali) ci saremmo incarnati dapprima in cristalli, poi in piante, poi in animali, ora in uomini, e successivamente dovremo compiere altri salti evolutivi ascendenti, a cui nessuno scappa. Il nostro destino è una riunione con il Tutto, in cui siamo aiutati dall'Amore del Creatore, che perché no, si può manifestare anche attraverso gli interventi alieni sulla nostra genetica: perché escludere questa visione?
C'è da dire anche che si può progredire nella scala evolutiva universale solo se si sviluppano determinate qualità (che noi definiamo positive: amore, compassione, intelligenza, unione, che consentono di vibrare allo stesso modo del piano in cui ci si trova); quindi, maggiore è l'evoluzione, maggiore è il livello di vibrazione. Va da sé che questo modello esclude la possibilità di alieni che siano al contempo abitanti di mondi vibrazionalmente superiori al nostro e che siano anche "cattivi", in quanto la "cattiveria" o l'egoismo appartengono a vibrazioni basse che sono assolutamente incompatibili con le vibrazioni superiori (da cui il cammino di ascesi dell'anima).
Secondo il mio modestissimo parere, l'esistenza degli alieni non smentisce né conferma nulla, ma aiuta ad ampliare la nostra visione che rischia il più delle volte di auto-confinarsi e auto-limitarsi (la famosa "mente che mente"). Per ora termino qui per non risultare noioso. Grazie per la possibilità di aprire i miei orizzonti, namasté (saluto la scintilla divina che è in te)

Annalisa ha detto...

Capisco quello che vuoi dire e mi trovi daccordo: Dio inteso come Fonte, Sorgente, Luce... questo vuol dire che tutti i viventi sono dèi e dio è dentro loro, come è dentro noi, in quanto conteniamo queste "scintille", che sono forse la nostra anima o qualcosa ancora più all'interno.
Dio non è una entità separata come astutamente e gravemente ci ha sempre fatto credere la religione e che si deve pregare con le preghiere o davanti all'altare in chiesa.. che schifo.. quante menzonie.

Un saluto

mena ha detto...

hai detto bene...Dio è dentro di noi...Sul sito www.lanuovagerusalemme.com è spiegato molto bene...

Alvise ha detto...

Ricordo ciò che disse un capo indiano di cui non ricordo il nome. Diceva che, prima che la sua gente fosse indottrinata dalla Chiesa, non conosceva né il senso di colpa né la paura. La chiesa le introdusse entrambe, in quanto armi sopraffine per il controllo e la dominazione. Del resto, lo dicevano anche i Romani: "Divide et impera".
Mi trovo pienamente d'accordo: il regno di Dio è dentro di noi, come disse un sommo Maestro duemila anni fa...

Annalisa ha detto...

Infatti.. e mettiamoci pure la balla del peccato originale, dell'Inferno e Paradiso, del diavolo, di satana etc, etc, tutti bei strumenti di controllo fatti ad hoc per dominare materialmente e spiritualmente l'uomo.

La Fonte/Dio è dentro noi, se l'uomo, se l'umanità intera capissero o meglio riscoprissero ciò non ci sarebbe più bisogno di tutte queste religioni, verrebbero spazzate via.


stirpe ha detto...

ovviamente non mi riferivo al discorso degli antichi creatori,quello è un capitlo apparte,mi scuso se non mi sono spiegato bene.e non credo che ci sia fantasia in quello che sto dicendo.io credo che tutti noi, non conosciamo la vera libertà. cioè il vero significato.credo che sia solo una percizione della stessa.a mio parere la libertà è solo percepita,ma non realmente vissuta.ma chi ha avuto la discendenza del potere,e quindi il comando su queste terra. ha sempre gestito il bello,e il cattivo tempo:dalla schiavitù delle religioni, a l'indottrinamento cultarale delle scuole ecc.tutto per occultare la realtà della vita.ecco perchè penso che non sia colpa nostra ma la libertà non sappiamo realmente come sia.siamo incatenati da troppe cose.bombardati mediaticamente.ci dicono cosa è giusto,cosa si deve fare,la moda,il mangiare,la vacanza e quante volte fare l'amore ecc.detto questo credo che l'uomo sia sotto "schiavitù" perchè con l'indottrinamento subito,ci hanno tolto la consapevolezza di noi stessi. e credo che la chiesa stessa ha anche allontanato l'uomo dalla sua spiritualità.e quello che vediamo oggi è il risultato di tutto questo caos creato di proposito.come gia ho scritto ripeto,infatti ognuno deve ricercare il dio dentro di sè chi ha fede.che non ha nulla a che vedere con chiese religioni e cose simili.

un caro saluto

Annalisa ha detto...

Ah, adesso ho capito... La libertà... sì.. non sappiamo cosa sia, è vero, è tutto un indottrinamento del vivere umano dalla nascita alla morte, come una sorta di globalizzazione. Ma questo processo alla lunga non sarà che fatale. La Chiesa tra tutte le grandi religioni si è macchiata delle peggiori azioni e continua a farlo con il compiacere di altri poteri. Le religioni non servono a niente all'umanità e alla sua spritualità, avendola uccisa: difatti è più spirituale un indiano d'america, un qualsiasi indigeno che un cattolico/cristiano, islamico, ebraico.

Un saluto stirpe.

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...