5 ottobre 2014

IL MANUFATTO DI TOPRAKKALE RAFFIGURA UN'ANTICA NAVICELLA CON PILOTA?

Durante alcuni scavi archeologici effetuati nel 1973 a Tushpa (oggi chiamata Toprakkale) in Turchia, gli archeologi hanno scoperto un prezioso manufatto in pietra, la cui età stimata è di circa 3000 anni, anche se alcuni esperti hanno messo in dubbio la sua età.
L’oggetto, fatto di una morbida pietra marrone-giallastra, è stato studiato dal famoso ricercatore e autore Zecharia Sitchin, che descrive il manufatto come segue:

“L’oggetto in sé è un modello in scala scolpita di ciò che, agli occhi moderni, si presenta come un veicolo spaziale a forma di cono, della lunghezza di 23 cm, alto 9,5 centimetri e larga 8 cm. Questo ” veicolo” sembrerebbe alimentato da un gruppo di quattro motori a gas di scarico nella parte posteriore che circonderebbero un motore di scarico più grande. E nel suo centro, il razzo ha spazio per un solo pilota, un pilota che purtroppo è senza testa, che è realmente visibile e incluso nella scultura …“”

E ‘questo piccolo artefatto la prova fisica di antiche visite extraterrestri che sarebbero avvenute a Tushpa? Questa navicella era presente nel cielo sopra il regno di Urartu, millenni fa o è un falso moderno intelligente?
Se fosse così, non avrebbe alcun valore scientifico o storico, secondo Sitchin, che dà la descrizione più dettagliata dell’oggetto nel suo libro.


“E’ seduto con le gambe piegate in alto verso il petto e indossa una tuta pressurizzata a coste,.., È un vestito fatto tutto di un pezzo che abbraccia completamente il corpo verso il bass, fino alle gambe e ai piedi. Si estende e copre completamente le braccia conserte, diventando come dei guanti dove sono le mani. L’abito a coste e presumibilmente flessibile, racchiude l’intero busto fino al collo del pilota .. “

Come era fatta la tuta da lì in poi? Aveva una sorta di coperchio testa, si fermava al collo con la testa esposta, o il pilota indossava un casco separato o qualche altro tipo di copricapo protettivo?
E perché manca la testa del pilota manca?

Il luogo, Tushpa, dove è stato portato alla luce l’oggetto, è particolarmente interessante. Nel 9 ° secolo AC, Tushpa era la capitale del regno di Urartu, noto come Ararat nella Bibbia.
Il regno è situato 5 km ad est del lago di Van, un vasto mare interno situato nella regione dell’Anatolia orientale, in Turchia, vicino al confine con l’Iran e la seconda più grande del Medio Oriente.Vi si possono trovare i resti del Tempio del Urartian, o Dio Haldi (Khaldi), il cielo supremo dio .

Il suo carattere originale come dio della vegetazione e della fertilità è stato sviluppato dandogli poi un nuovo ruolo come il dio nazionale di Urartu.
Haldi era un ingegnere responsabile dei canali di irrigazione e il flusso regolare di acqua.
Nel primo millennio aC, Urartu era un regno importante, un rivale dell’Assiria a sud. Era potente e le mura dell’antica fortezza Urartian, Toprakkale, sono stati costruiti con muratura ciclopica, il che significa senza malta, con solo enormi blocchi di pietra.

La cittadella, un’alta formazione rocciosa a picco di calcare cristallino che si erge bruscamente dalla pianura, si estende per un miglio da est a ovest, anche se di soli duecento metri al massimo.
Considerando la varietà geologica del territorio intorno al lago e l’assenza di tale calcare altrove vicino alla riva, se non a Van, sembra chiaro che i blocchi pesanti, di peso fino a quaranta tonnellate ciascuna e con una massa di oltre cinque metri cub, devono aver “viaggiato” in modo particolare da una cava al luogo di costruzione a Tushpa.
Che cosa era questo “modo speciale” di trasporto e qual è la connessione tra Tushpa con “l’astronauta senza testa nel razzo”?
Questo manufatto straordinario e unico è stato catalogato nel Museo Archeologico di Istanbul, ma non è in mostra. Perché? Nessuno lo sa e non vi è alcuna dichiarazione ufficiale a riguardo.


fonte fonte originale
Condividi basta un click!

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...