28 agosto 2009

UFO, CONTINUI AVVISTAMENTI SOPRA GARDALAND

CASTELNUOVO. Si raccolgono testimonianze
Il parco divertimenti assicura: «I nostri laser non c’entrano»


28/08/2009
L'estate 2009 sarà ricordata sulle sponde del lago di Garda oltre che per il gran caldo anche per il rilevante numero di avvistamenti di Ufo, intesi proprio come Unidentified Flying Object overo oggetti non identificati. Dopo gli episodi dei giorni scorsi prima a Camacici e poi a Lazise, da Gardaland giunge la notizia di segnalazioni di avvistamenti arrivate già dal mese di luglio.
«C'è chi parla di sfere luminose, altri indicano strani oggetti nella notte, altri ancora comunicano di aver visto su Gardaland singolari fenomeni luminosi nel cielo», comunicano dal Parco.
E assicurano: «Abbiamo fatto una verifica tecnica e non si tratta dei nostri laser usati per lo spettacolo serale». Il numero di segnalazioni è tale che i responsabili della struttura hanno deciso di prendere contatti con alcuni esperti. Tra loro anche Ivan Ceci di Roma, giornalista appassionato della materia e titolare di un seguitissimo sito web, che da oltre dieci anni registra ed analizza tutti gli avvistamenti Ufo in Italia. Ceci ha confermato di aver ricevuto e registrato molte segnalazioni di avvistamenti nella zona di Gardaland. E proprio il loro elevato numero ha spinto Gardaland ad un'iniziativa particolare: l'invito a tutti colori che hanno visto o registrato in qualche modo un avvistamento a segnalare l'episodio, allegando l'eventuale materiale visivo, alla casella di posta elettronica eventi@gardaland.it specificando luogo, ora, particolari dell'avvistamento e i propri recapiti personali.
Tutto il materiale sarà sottoposto ad un gruppo di ricercatori e sperimentatori tecnici che, in collaborazione con il «Dipartimento ricerche e studi del lago di Garda», cercherà di svelare il mistero degli avvistamenti di questa estate benacense. E chissà che non si ripeta quanto accaduto dieci anni fa, dopo un'analoga estate all'insegna degli Ufo sul lago di Garda.
Allora la risposta del gruppo lacustre fu che si trattava dei cosiddetti «Iridium Flares», ovvero del riflesso delle antenne di alcuni satelliti americani per le telecomunicazioni. G.B.
.
FOTO:UNO DEGLI OGGETTI NON IDENTIFICATI FOTOGRAFATI A CASTELNUOVO
.
Fonte: link

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...