21 febbraio 2011

UFO: INTERVISTA A GIUSEPPE GAROFALO, UNO SKYWATCHER ECCELLENTE (part1)


di Paola Coppa

Ultimamente Wikileaks ha diffuso notizie riguardanti l’esistenza di UFO sulla Terra e sebbene molti Governi tra cui quello americano neghino questa realtà, l’accesso del pubblico ai documenti ed informazioni sull’argomento è off limits se non in casi davvero eccezionali. Moltissimi documenti sugli UFO sono stati declassificati spontaneamente dalle autorità come rapporti di importanza marginale. Abbiamo pensato di approfondire questo argomento intervistando un esperto in materia ufologica che ha avuto diversi contatti diretti e che da anni studia e documenta amatorialmente tali fenomeni, Giuseppe Garofalo. Fondatore di S.I.R.I.O. (2004), un nucleo che si propone l’investigazione, la collaborazione aperta, lo studio approfondito (valendosi di diverse Gruppi associati), la diffusione e la divulgazione del fenomeno ufologico in tutti i suoi aspetti, mira a portare il tutto all’attenzione e alla conoscenza dell’opinione pubblica.

Giuseppe Garofalo è da sempre affascinato dal mistero e dalle sue scoperte e dall ’84 sviluppa e coltiva un vivo interesse per l’astronomia, l’esobiologia e la scienza in generale. Dopo svariati studi in materia teologica ed informatica, comincia a coltivare un profondissimo interesse ufologico.

Nel ’94 i primi avvistamenti UFO che documenta con immagini scattate in Sicilia.

Nel ’96 diventa collaboratore del CUN, si dedica pienamente con buoni risultati alla documentazione fotografica e raccolta di casi, anche a livello personale essendo testimone di diversi avvistamenti nella zona di Bergamo, dove vive.

Scrive degli articoli per Ufo-Network, ed entra nel Gruppo Star-Gate come collaboratore, e diventa referente per la Lombardia. Nel ’99 si interessa del caso Varghina grazie a dei contatti in Brasile ed organizza, due anni dopo, una missione investigativa in Messico, precisamente a Tepoztlan, compiendo un filmato DGT nel primo giorno di permanenza nella capitale.

Diventa membro e collaboratore responsabile per la Lombardia dell’USAC (Centro Accaddemico Studi Ufologici) e lavora in prima linea per documentare l’avvicendarsi dei fenomeni ufologici che interessano il territorio nazionale. Si occupa personalmente del crop circles di Melara ed inizia una collaborazione assidua con il ricercatore documentarista Pier Giorgio Caria e con il celebre giornalista investigativo Jaime Maussan.

Dal 2005 in poi si moltiplicano gli avvistamenti personali documentati con fotografia e videoripresa. Partecipa a varie manifestazioni, Convegni Ufologici e a diverse trasmissioni televisive tra cui Speciale Top Secret e Voyager.

Investiga diversi casi di presunto contatto, attua attività territoriale di monitoraggio, e indaga su alcuni Pittogrammi in Italia. Si occupa di un atterraggio UFO avvenuto nel 2003 a Pellegra (CR) e di tanti altri casi sul suolo italiano e non solo.


Gli abbiamo posto alcune domande:

Cosa sono gli UFO?

Il termine U.F.O. È un sigla coniata negli Stati Uniti, è sta per Unidentified Flying Object o Unknown Flying Object , cioè Oggetto Volante Non Identificato /sconosciuto: O.V.N.I. Dicitura in uso alla maggiore, per specificare il fenomeno, nei paesi latini e neolatini.

Per Ufo si intende quindi un Oggetto, Velivolo o Mezzo non riconducibile alla tecnologia terrestre, in parole povere un Astronave!

Alcuni amano inglobare in questa sigla altre anomalie, che possono essere di origine naturale, quindi atmosferica, astronomica o sconosciuta per altri fattori che non permettono una adeguata identificazione.

Ormai negli ultimi Tempi, e sempre più UFO sta per Navicella Aliena, Extraterrestre.

In questi ultimi 60 anni le manifestazioni ufologiche sempre più costanti e globali, hanno permesso di formulare delle casistiche dettagliate, delineando delle tipologie di base, che mettono d’accordo la maggior parte degli studiosi, a livello mondiale.


Le manifestazioni sono diurne e notturne, e possono essere di varia natura e genere, per la maggiore si parla di oggetti luminosi di forma sferica, difatti le Sfere sono le più diffuse in assoluto, ne compaiono di singole, accoppiate, e addirittura delle Flotte, delle vere e proprie formazioni.

Classicamente le Sfere sono di colore cangiante, dei tondini luminosi che assomigliano a delle stelle in movimento, ma possono essere di variegati colori, rosse, gialle, azzurre, arancione, verde o di colore misto, mentre solitamente è raro notare delle pulsazioni, ma hanno un assetto in volo particolare, sono state viste cambiare di colpo direzione, ondeggiare, zigzagare, curvare a vortice, comparire e sparire per poi riapparire magicamente e cosi via dicendo… oltre che possono avere comunque una rotta rettilinea, con andamento costante.

Le Sfere possono essere anche metalliche, o meglio di apparenza metallica, ma sono state filmate ed osservate delle sfere che hanno cambiato di stato, passando da una apparenza metallica a pura luce, e viceversa. Le Sfere, che possono essere di varia grandezza, ma tutto sommato di piccole dimensioni, sono direttamente collegate a Oggetti più grandi, dai quali fuoriescono, infatti vengono chiamate Telemetriche.

Cosa sono /a cosa servono le sfere ?




Le Sfere sono delle sonde telemetriche, la parola stessa lo dice, Sonde poichè sondano, cioè scansionano, esplorano e prelevano dati, mentre sono solitamente teleguidate a distanze anche enormi. Per quanto mi riguarda, ho capito che le sfere, effettuano una lettura profonda sulla realtà, inimmaginabile alla mente umana e alla attuale tecnologia terrestre, essendo delle macchine perfette tanto da considerarle vive e con un pensiero autonomo proprio, prendono delle misurazioni ambientali a 360° sui livelli di inquinamento, delle informazioni sullo stato complessivo biologico ed atomico, e codificano il pensiero delle persone, conoscendo contemporaneamente lo stato emotivo, energetico e vibrazionale di milioni di persone, e trasmettono tutte queste informazioni alla base, li considero come un Occhio mentale cosciente.

L’interazione più efficace avviene in modo particolare proprio con le sfere, ma richiede una mente libera e non inquinata da preconcetti che chiudono i canali comunicativi.

Al secondo posto nella casistica ufologica, hanno un posto di onore, I Velivoli Discoidali, con un infinità di forme e varianti, che possono essere sia metallici che luminosi.



(foto di Antonio Urzi)

Le Sfere di Luce e gli Ufo sono la stessa cosa?

Se per UFO si intende Oggetto sconosciuto non terrestre, allora Le sfere sono UFO, ma in realtà ,nella Tipologia e casistica ufologica compaiono degli Oggetti di diversa forma e dimensione, che non hanno la stessa funzione.

Esistono delle Astronavi Madri di grandissime dimensioni, che fungono da portaerei Extraterrestri, ospitano nel loro interno dei ricognitori e Velivoli di media dimensione, dai quali a loro volta fuoriescono delle sfere, che possono anche essere di grandezza anche esigua di pochi decimetri.

Fonte: http://ildemocratico.com/2011/02/14/ufo-intervista-a-giuseppe-garofalo-uno-skywatcher-eccellente-part-1/

Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...