5 luglio 2011

IL CASO WRIGHTSVILLE BEACH

Due nuove relazioni per un avvistamento avvenuto il 22 giugno del 2010 e indagato dal MUFON. I fatti registrati nella zona di Wrightsville Beach, che in Italia hanno avuto poco spazio nei vari report di notizie ufologiche, si arricchiscono di due nuove testimonianze, entrambe archiviate dal MUFON, ma ricordiamo prima quanto accaduto. Il 22 giugno 2010 alcuni soci (nove persone), di uno Yacht Club presso Wrightsville Beach, nonché altri testimoni che si trovavano casualmente sul posto, notarono delle strane luci che formavano un triangolo nell’aria; vennero avvisate le autorità locali e la notizia arrivò al MUFON. L’indagine richiese alcuni giorni ma il risultato fu abbastanza interessante, soprattutto in termini di comparazione con altri avvenimenti molto simili; questo quanto raccontato dai testimoni: una palla di luce lampeggiante, di colore arancione rossastro, che si muoveva silenziosamente in modo irregolare, in lontananza, oltre l'oceano. Successivamente, dopo due minuti circa, la luce si divise in nove parti, formando una V nel cielo, quindi scomparve rapidamente. Questa la ricostruzione di quanto osservarono i nove testimoni dalla terrazza del Club che dista circa un chilometro e mezzo dal molo, ovvero dal luogo sul quale stazionava il presunto velivolo triangolare. Tutti I membri del gruppo furono d’accordo sul fatto che gli oggetti osservati non erano di natura artificiale; il loro movimento era troppo fluido, e la velocità con la quale si divisero estremamente rapida. La durata dell’avvistamento venne stimata a partire dalle 21,35 alle 21,37. L’indagine del MUFON è rimasta negli archivi fino ad oggi; infatti, il 13 aprile del 2011, un testimone ha trovato due cartelle relative all’avvistamento di Wrightsville Beach, relative a due diverse testimonianze, che però non erano state inserite nel file principale.
Si tratta del racconto di due testimoni che si trovavano proprio nei pressi del molo, quindi molto più vicini rispetto ai membri del Club, che aggiungono nuovi e interessanti particolari all’avvenimento.


La prima testimonianza è quella di una donna che si trovava a correre sulla spiaggia: “Mi trovavo a poche centinaia di metri dal molo; stavo facendo una corsa sulla spiaggia, quando ho visto un oggetto triangolare ergersi dal mare a circa 150/200 metri di distanza. Nonostante la notte fosse alquanto buia, si riusciva a vedere qualche stella, e quando l’oggetto si è alzato in volo ha coperto le stelle, quindi si trattava di qualcosa di solido. Emetteva una serie di luci rosso arancio che formavano un triangolo.
L’oggetto si è librato a circa 50 metri dall’acqua, forse per 10 o 15 secondi, poi è schizzato verso l’alto seguendo una traiettoria orizzontale e senza produrre alcun rumore.
Circa 10 minuti dopo ho visto dei caccia militari ed ho sentito il rumore di un elicottero.
Intorno alle 23,45 due caccia hanno sorvolato la costa e si sono diretti verso l’oceano”.

La seconda testimonianza viene invece da una famiglia che si trovava sulla spiaggia: “una luce rossa si muoveva velocemente in linea orizzontale sopra l’oceano, poi è scomparsa improvvisamente. Quasi subito dopo è riapparsa dividendosi in più luci che si arrestarono bruscamente nell’aria disponendosi come in formazione.
Dopo circa dieci minuti abbiamo visto dei caccia militari”.

Wrightsville Beach è una piccola città nella contea di New Hanover, con una popolazione di circa 2.600 abitanti.
Il North Carolina è attualmente censito in ambito ufologico con uno stato di allerta pari a 5 e mantiene un numero molto basso di avvistamenti a livello nazionale; per fare un confronto, nel mese di Marzo 2011 gli avvistamenti in North Carolina sono stati 8 contro I 45 della California.

Fonte: http://ufosigns.byethost14.com/index.phpwww.ufosigns.com


Nessun commento:

Posta un commento

<<< Si pubblicano solo commenti utili costruttivi ed educati, e in linea con lo spirito del blog >>>

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...